Angel Di Maria e i gol in finale: tutte le soddisfazioni del Fideo

128

Angel Di Maria, Leandro Paredes. Gli ultimi due nomi di una lista praticamente infinita di campioni del mondo. 27 in totale per la Juventus, nessuno come i bianconeri.  Ma la notizia migliore che arriva dal Qatar, al di la dei meri numeri, è stata la prestazione del Fideo. Mai così incisivo, così importante, così bello da vedere. Mai è stato Angel Di Maria da quando è arrivato alla Juve. A sorpresa scaloni decide di lanciarlo dal primo minuto, lui che l’ultima da titolare l’aveva giocata contro la Polonia nella fase a gruppi.

Leggi anche: Quanto guadagnerà Bennacer: rinnovo col Milan vicino

Prestazione da vero campione, del mondo dopo i rigori, quella sfoderata al fianco dell’amico di sempre Messi. Vederlo giocare con Leo è un autentico spettacolo: la coppia gol dell’argentina colpisce da 15 anni da quel mondiale Under 20 vinto nel 2007 fino al mondiale dei grandi al Lusail Stadium.

Angel Di Maria e i gol in finale: in Qatar solo l’ultimo

E se prima El Fideo era considerato l’uomo delle finali, più come portafortuna e buon auspicio, adesso lo è davvero. Entra nella storia come il primo ad aver segnato in tutte le finali: Olimpiadi, Copa America, Finalissima contro l’Italia, Mondiale. Questo il percorso della storia d’amore tra Angel Di Maria e i gol in finale. Quel che è certo è che un di Maria a questo livello, a Torino non l’hanno ancora visto. Così come non si è visto Pogba e si rischia di non vederlo ancora per un bel po. Il francese, presente sugli spalti durante la finale, ancora non si allena col gruppo e prima di natale non lo farà sicuramente. è fuori ormai da 5 mesi e ne sono passati tre e mezzo dall’intervento che lo avrebbe dovuto restituire a max allegri. Ma nel frattempo alla Juve è già costato diversi milioni di euro, una Juve che inevitabilmente adesso riflette anche perché i guai societari sono tutto fuorché superati.

Intanto L’Équipe: ‘secondo il regolamento, il secondo gol di Messi era da annullare’ (leggi qui perchè)