Charles Leclerc, a Monza arriva l’annuncio incredibile: tifosi in festa

394

Charles Leclerc, a Monza prima del Gran Premio d’Italia arriva l’annuncio incredibile: tifosi in festa, il futuro di Maranello piace 

Il weekend del Gran Premio d’Italia a Monza per i ferraristi è sempre speciale e Charles Leclerc ne ha avuto la conferma due anni fa quando ha vinto entrando per sempre nel cuore dei tifosi. Le difficoltà della sua monoposto l’anno scorso e anche in questa edizione non gli permettono di lottare per il successo ma il futuro sembra già comunque scritto.

Charles Lelerc (Getty Images)

La conferma arriva da un giornalista come Leo Turrini che conosce molto bene anche i retroscena di Maranello. Dalle pagine de ‘Il Resto del Carlino’ ha anticipato una notizia che farà felici tutti i tifosi del Cavallino.

Perché il contratto di Leclerc scadrà nel 2024 e anche se ci sono state voci nei mesi scorsi di una super coppia con Max Verstappen alla Red Bull la verità è un’altra. La Ferrari infatti vuole andare anche oltre, prolungando il suo rapporto con il monegasco di altro due anni per arrivare almeno fino al 2026. Una fiducia reciproca, perché se a Maranello credono sempre in Charles, anche lui dal 2022 crede di poter tornare a lottare per vincere il Mondiale.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> F1 Monza Sprint Race: Hamilton pasticcia, Verstappen in pole position

Charles Leclerc, a Monza arriva l’annuncio incredibile: i suoi piani per il Gran Premio d’Italia

Oggi Charles Leclerc partirà dalla quinta piazza sulla griglia del Gran Premio d’Italia. E la sua missione principale è quella di resistere alla rimonta di chi arriverà da dietro, come Valtteri Bottas al via dal fondo dello schieramento. Intanto è guarito dall’indisposizione che lo aveva limitato ieri nella Sprint e promette battaglia.

Charles Lelerc e Carlos Sainz (Getty Images)

I piani sono chiari: “A volte sono stato troppo aggressivo in partenza, altre troppo soft. Ora il bilanciamento che ho trovato è buono. Se ci sarà un’opportunità non mi tirerò indietro, ma senza prendere troppi rischi perché per adesso abbiamo bisogno di punti. Eventualmente i rischi li prenderemo se ci sarà bisogno a fine stagione”.