NBA, rivoluzione in vista: sta per cambiare tutto

211

NBA, rivoluzione in vista: sta per cambiare tutto questa volta è vero. Il torneo come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi sparirà

La NBA festeggia in questa stagione i suoi primi 75 anni di vita e nessuno ha dubbi che sia il campionato più bello, oltre che più ricco, del mondo. Ma da diverso tempo, ancora prima che scoppiasse la pandemia in tutto il mondo, il dibattito è aperto: come ridurre il numero delle partite in stagione senza toccare la magia e perdere i soldi dei diritti tv?

(LaPresse)

L’idea che sta prendendo sempre più piede, anche se il progetto è sul tavolo di proprietari, giocatori e Lega da un po’ di tempo, è quello di un nuovo torneo. Nessuno vuole toccare la NBA con i suoi schermi e i suoi riti, ma una coppa in più darebbe anche più pepe alla stagione. E così sarà probabilmente dalla stagione 2022/2023 oppure al massimo da quella successiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Luka Doncic, cuore d’oro: il gesto di generosità svelato da un medico

NBA, rivoluzione in vista: come funziona il nuovo tornaro che arriverà nel prossimo futuro

La conferma arriva da Adrian Wojnarowski, giornalista di ESPN e grande esperto della NBA. Un nuovo tornato in messo alla stagione, come la nostra Coppa Italia, quindi di valore minore ma con la possibilità di vendere un prodotto diverso anche ai tifosi, magari nel periodo natalizio.

(LaPresse)

Alcune partite della regular season servirebbero per determinare le otto finaliste che si affronterebbero poi dai quarti sino alla fine con eliminazione diretta. E tutto potrebbe svolgersi a Las Vegas che è già in trattative avanzate per ospitare la manifestazione. Ma cosa ne guadagnerebbero i giocatori e le società? Ricchi premi in denaro (almeno 1 milione a testa per chi gioca), oltre alla possibilità di veder ridotte le partite della stagione regolare.