Stefano Tacconi, un regalo speciale per il compleanno: gli ultimi aggiornamenti

260

Stefano Tacconi, un regalo speciale per il compleanno: gli ultimi aggiornamenti dall’ospedale. Questa sarà una settimana decisiva per lui

La Juventus per la finale di Coppa Italia a Roma avrà tutto il calore del suo pubblico e anche di un tifoso speciale. Perché Stefano Tacconi in questi giorni non è ancora in grado di vederla in televisione, ma c’è chi lo farà per lui.

Stefano Tacconi
Stefano Tacconi con il figlio (Instagram)

Il figlio Andrea, che da quando l’ex portiere azzurro è ricoverato ad Alessandria in seguito all’aneurisma, non lo ho mollato un secondo raggiunto poi dal resto della famiglia. Tutti gli aggiornamenti che abbiamo sulle condizioni di Tacconi arrivano direttamente da lui oppure dal primario di neurologia dell’ospedale, il dottor Barbanera.

E oggi Andrea, intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, ha fatto il punto su una situazione che finalmente sembra aver trovato una scolta positiva. “Per la prima volta ho sentito i medici davvero positivi, sollevati. Papà è in forte miglioramento, è ancora leggermente sedato. Ma soprattutto perché bisogna tenerlo calmo: se fosse per lui, si staccherebbe già tutto e uscirebbe dall’ospedale”.

Stefano Tacconi, un regalo speciale per il compleanno: le prossime mosse in ospedale

Andrea, insieme al resto della famiglia, lo sta informando di tutto quello che accade fuori e del grande affetto che tutti stanno dimostrando nei suoi confronti. Ma lo ha anche aggiornato su quello che sta succedendo in campo, perché i colori bianconeri gli sono rimasti nel cuore.

“Gli ho detto che mercoledì sera si gioca la finale di Coppa Italia e che giovedì lo aggiornerò sul risultato. Speriamo che la Juventus possa fargli un regalo, visto che venerdì è il suo compleanno. Per come siamo entrati qui dentro la situazione in cui siamo adesso è un miracolo. Non è finita, ma davvero i passi avanti sono stati importanti”.

Stefano Tacconi (Instagram)

La conferma era arrivata in apertura di settimana con l’ultimo bollettino che ha parlato di progressi importanti e dettato le prossime mosse. Se tutto dovesse continuare ad andare così, entro giovedì o venerdì al massimo Stefano Tacconi sarà trasferito nel reparto di neurologia per cominciare il secondo tempo della sua partita. Ma è già importante sapere che il primo sta arrivando alla fine.