Fabio Fognini, la serie nera continua: infortunio e ritiro

Periodo davvero sfortunato per Fabio Fognini costretto a ritirarsi al primo turno del torneo di Girona a causa di un nuovo infortunio

Davvero tanta sfortuna per Fabio Fognini. In una stagione condizionata da alti e bassi soprattutto legati alle sue condizioni fisiche, il ligure è costretto a un nuovo ritiro.

Fabio Fognini infortunio Sportitalia 111022
Fabio Fognini, costretto al ritiro dal torneo ATP 250 spagnolo di Dijon (Foto ANSA)

Impegnato nel primo turno del torneo ATP 250 di Gijon, l’azzurro era opposto a un avversario assolutamente alla sua portata, il francese Manuel Guinard, numero #153 del ranking mondiale.

Fabio Fognini, ritiro e infortunio

La partita era cominciata nel modo migliore per Fognini che aveva chiuso il primo set con una certa autorevolezza, 6-4, dimostrandosi in buona condizione. Fognini insieme a Bolelli era impegnato anche nel torneo di doppio dove la coppia azzurra aveva già staccato il tagliando dei quarti di finale. Dopo avere battuto ieri in due set (6-3 7-6) nel primo turno Martos Gornes e Munar.

Salta anche il doppio con Bolelli?

Simone Bolelli, a sinistra, e Fabio Fognini in uno dei loro ultimi match di Coppa Davis (Foto ANSA)

Gli Azzurri, ormai sempre più consolidati come coppia anche in vista delle finali di Coppa Davis e in corsa anche per il torneo delle ATP Finals di Torino, attendevano solo di conoscere i loro prossimi avversari. Dopo il primo set Fognini, al momento #59 del ranking mondiale ATP, si ferma all’improvviso. Un vero e proprio crollo verticale. Non è chiaro se a fermarlo sia stato un problema di carattere muscolare. Persi otto game di fila, sul risultato di 4-6 6-0 2-0, il ligure alza il braccio e si chiama fuori. Un quadro completamente diverso rispetto a quello di ieri ma anche del primo set.

Guinard accede agli ottavi di finale dove affronterà l’argentino Francisco Cerundolo. Fognini si prende qualche ora per capire l’entità del suo infortunio ma difficilmente sarà in grado di proseguire il suo impegno nel doppio. Eloquente l’espressione delusa di Fognini al momento di lasciare il terreno di gioco.

Impostazioni privacy