Alena Seredova, festa a metà: il momento giusto deve ancora arrivare

297

Alena Seredova, festa a metà: il momento giusto deve ancora arrivare. Questa volta è toccato a Vivienne Charlotte, ma il matrimonio si avvicina

La loro parola d’ordine è sempre stata sobrietà. E lo hanno confermato con il battesimo di Vivienne Charlotte, la piccola di casa, perché Alena Seredova e Alessandro Nasi hanno scelto una cerimonia privata e nessuna festa faraonica.

Alena Seredova festa
Alena Seredova, festa a metà (LaPresse)

Anzi, se non fosse stato per le immagini che hanno condiviso sui social alla fine della giornata, non lo avrebbe saputo nessuno al di fuori dei parenti stretti. Alena ha scelto bianco, il suo compagno Alessandro il blu mentre Vivienne, che somiglia sempre di più al padre ma con capigliatura bionda, un vestito di tulle bianco con un giubbotto beige.

Un battesimo atteso da tempo e rinviato fino a quando non è stato possibile avere accanto tutte le persone a cui vogliono bene, compresa la famiglia della Seredova partita da Praga: “La nascita di Vivienne Charlotte – aveva raccontato Alena a ‘Verissimo’ – ha creato un equilibrio nella famiglia, stiamo veramente bene. Lei è simpatica, dolce, i fratelli la prendono in giro. E devo dire che la cosa di cui sono più orgogliosa oggi è questa famiglia che tu chiami ‘allargata’, ma io la chiamo solo famiglia”.

Alena Seredova, festa a metà: la proposta di matrimonio è arrivata a sorpresa

Un concetto che l’ex moglie di Gigi Buffon ha ripetuto spesso perché ci crede ciecamente. Ora però è pronta per aprire un capitolo nuovo, da moglie di Alessandro Nasi.

Succederà la prossima estate anche se “per adesso l’unica cosa sicura è il marito. Ci vogliamo divertire, alla nostra età il matrimonio è più simbolico. Voglio fare una festa che mi rimanga nel cuore, che mi lasci bellissimi ricordi. Sicuramente ci sposeremo in Italia. A me piacerebbe al Sud, dove è veramente caldo. Un weekend tra amici e familiari”.

E ha raccontato anche la proposta: “Eravamo in albergo e stavamo per uscire, ma non trovavo il telefono. Sono uscita dal bagno e ho visto Alessandro in ginocchio. Così gli ho detto, ‘ma cosa fai lì che ti stropicci i pantaloni, alzati e aiutami a cercare il telefono'”. In realtà dopo un po’ che lo cercavano “lui si è messo di nuovo in ginocchio e mi ha fatto credere che il tavolino si fosse rotto. Allora mi sono abbassata anche io e lui mi ha fatto ‘no, tu dovresti stare in piedi’. E lì ho capito tutto”.

Seredova e Buffon, separato da otto anni: lei non ha mai sposato il concetto di famiglia allargata

Quello legato a Gigi Buffon è un capitolo della sua vita ormai chiuso. Qualche mese fa quando il suo ex marito sembrava in crisi con Ilaria D’Amico, dopo una precisa domanda di un follower aveva commentato così: “Ma io non ne so assolutamente niente. Devo dire la verità che a malapena seguo questi gossip”.

Poche parole che dicono in realtà tutto. Lei non ha mai nascosto che per lei la separazione otto anni fa è stato uno tsunami, perché lei ha un’idea diversa di famiglia. Lo ha sempre ribadito senza ipocrisie anche quando qualcuno nei mesi scorsi le ha chiesto cosa pensa della famiglia allargata, se è un concetto che approva.

Alena Seredova e Alessandro Nasi
Alena Seredova e Alessandro Nasi (LaPresse)

“Ni… È proprio contro la mia natura e penso che non bisogna costringersi a pensarla diversamente. Sono dura, lo so”. In fondo è anche per questo che piace a chi la segue e la ama da anni, anche se ognuno poi vive sentimenti e situazioni a modo suo.