Sergio Perez in crisi: svelato il motivo

Sergio Perez sta vivendo un periodo complicato in F1: emergono le ragioni dei risultati deludenti del pilota messicano della Red Bull.

Una Red Bull a due volti da qualche gran premio a questa parte. Se da un lato c’è Max Verstappen che sta dominando le gare e che vola verso la conquista del terzo titolo in Formula 1, dall’altro c’è Sergio Perez che sta attraversando un momento di crisi.

Sergio Perez Red Bull F1
Sergio Perez, svelato il problema con la Red Bull RB19 (Ansa Foto) – Sportitalia.it

Dopo essere partito dalla pole position ed essere stato battuto dal compagno a Miami, il pilota messicano è rimasto giù dal podio nelle ultime tre gare. Sedicesimo a Monaco, quarto a Barcellona e sesto a Montreal. Il suo feeling con la RB19 è peggiorato ed è qualcosa di inatteso, visto che a inizio stagione se la stava cavando bene.

Assieme al team deve trovare il modo di risolvere la situazione, così da tornare a guidar al migliore livello possibile. Se non può togliere il titolo a Verstappen, il driver di Guadalajara vuole almeno difendere il secondo posto in classifica dall’assalto di Fernando Alonso e Lewis Hamilton.

Red Bull F1, perché Sergio Perez sta faticando?

Perez è chiamato a reagire nei prossimi appuntamenti del calendario di F1 2023. Nel weekend 30 giugno-2 luglio ci sarà il Gran Premio d’Austria, al quale la Red Bull tiene molto. Poi arriverà subito Silverstone. Una doppietta di impegni nei quali il messicano dovrà cercare di tornare sul podio. Guida la monoposto migliore della griglia e deve battere Aston Martin, Mercedes e Ferrari.

Sergio Perez Red Bull F1
Sergio Perez, svelato il problema con la Red Bull RB19 (Ansa Foto) – Sportitalia.it

Il pilota messicano ha le idee chiare sul problema che non gli sta permettendo di guidare come vorrebbe: “La mia difficoltà principale è la frenata – riporta Racefans.net – ma non sono preoccupato, mi sento forte mentalmente. La performance mi è mancata solo nelle ultime due gare, a Monaco ero veloce e ho commesso un errore. Lavorerò assieme alla squadra per risolvere i problemi“.

Checo fatica in frenata e deve trovare il modo di migliorare in questo aspetto fondamentale. Nel prossimo GP in Austria ci sono dei lunghi rettilinei e sarà importante frenare efficacemente per inserirsi bene nella curva successiva. Certamente lavorerà su tale problematica a Spielberg, sperando di fare i progressi necessari.

Per quanto riguarda il futuro, Perez è tranquillo. Ha un contratto valido anche per il 2024 e non deve trovare un altro sedile. Vero che in Red Bull non si fanno troppi problemi a “stracciare” contratti se non sono felici dei risultati, però il pilota di Guadalajara non è a rischio.