Segnali d’aMOUre. Ma sono tutti in scadenza!

Proseguono i segnali di Josè Mourinho alla Roma nell’ottica di prolungare l’attuale accordo che vedrebbe la sua scadenza naturale fissata nel prossimo mese di giugno. Non mancano le danarose sirene saudite che già avevano avuto modo di riecheggiare nel corso dell’estate, ma la sensazione concreta che fornisce il tecnico portoghese è quella di una fervente attesa che i Friedkin si palesino per discutere di un nuovo accordo.
Nelle sue recenti dichiarazioni al tg1 non è mancato un riferimento seppur non esplicito alla questione, con lo Special One che ha ammesso di avere frequenti contatti che coinvolgono la società giallorossa, ma di non avere ancora affrontato direttamente la possibilità di legarsi con un termine ancora più lungo al progetto dei capitolini. Un occhio strizzato che al momento ancora non si è concretizzato in un nuovo matrimonio tra le parti: situazione peraltro condivisa con l’intero management dell’area sportiva che proprio come Mourinho vede il suo accordo in scadenza al termine della stagione.
Per quanto riguarda l’allenatore portoghese la sensazione concreta è che voglia concedere la priorità totale all’attuale progetto almeno sino al mese di gennaio, per poi scandagliare il mercato qualora nessuno sul fronte giallorosso dovesse decidere di percorrere la strada del rinnovo fino in fondo.