Caos in Formula 1: 23 milioni di danni

La stagione 2023 della Formula 1 è terminata solo in pista, una polemica sta attraversando il mondo dei motori con un risvolto inatteso.

Gli appassionati seguono una nuova vicenda clamorosa in Formula 1, ci sono 23 milioni di euro in ballo che fanno discutere un po’ tutti, una cifra che sarebbe fondamentale per il budget della prossima stagione di una scuderia.

Caos in Formula 1: 23 milioni di danni
Un caso in Formula 1 tiene banco (ansa foto) – sportitalia.it

Le polemiche non mancano mai nel circuito motoristico, le scuderie hanno spento i motori in pista ma sono sempre molto attente a quanto è successo. Una situazione particolare sta tenendo i tifosi sulle spine, la Formula 1 ha un caso che sta emergendo in tutta la sua forza.

Un risarcimento da 23 milioni di euro è in ballo, una scuderia vorrà ottenere questo denaro quanto prima proprio per rifarsi dei danni subiti. Una situazione che sarà analizzata nelle prossime settimane con un maggior dettaglio, il caso è già destinato a far discutere sin da ora.

Caso McLaren, 23 milioni in ballo: un pilota è nei guai

La scuderia inglese sta emergendo per una vicenda davvero particolare, la McLaren non vuole questa cifra dalla Federazione bensì direttamente da un pilota. Il caso è nato qualche mese fa e ora sta trovando un punto di svolta, la causa per danni è abbastanza corposa e sarà destinata a far discutere per un pezzo. La McLaren vuole 23 milioni di euro dal suo ex pilota Alex Palou.

Caos in Formula 1: 23 milioni di danni
La McLaren furiosa contro l’ex pilota Palou (ansa foto) – sportitalia.it

Il driver aveva raggiunto un accordo per diventare il terzo pilota della scuderia nel 2024 in F1 e proseguendo la sua carriera parallelamente in Indy Car sempre con il team inglese. Come riporta Formula Passion, il pilota ad agosto avrebbe improvvisamente rotto il suo contratto con la McLaren per “mancanza di fiducia e sicurezza” ma allo stesso tempo avrebbe comunicato il rinnovo contrattuale con il team di Chip Ganassi in Indy Car.

La Mclaren non è rimasta a guardare, ha ingaggiato un altro pilota come riserva in F1 (Pato O’Ward) e un altro driver come David Malukas per la Indy Car. Lo spagnolo Alex Palou, fresco campione del mondo nella categoria delle Indy Car, avrebbe dato alla McLaren un motivo per rivalersi. La scuderia ha appreso come Palou abbia ammesso le colpe con un memoriale e una successiva intervista, gli avvocati del team si sono scatenati. La scuderia, per questo addio improvviso, ha così intentato una causa da 23 milioni nei confronti di Palou senza alcuna voglia di tornare indietro sui suoi passi, la cifra include le spese relative al suo ruolo di riserva, lo sviluppo e l’anticipo di 400mila sullo stipendio del 2024.