Ferrari, annuncio di questi minuti: ora sappiamo come sarà

Dopo l’ufficialità, ecco arrivare i primi dettagli. Le nuove dichiarazioni fanno sognare i tifosi della Ferrari

Una decina di giorni fa, in occasione del consueto pranzo di Natale, Frederic Vasseur ha deciso di fare un regalo ai fan della Ferrari rivelando una notizia sulla nuova Rossa che sarà protagonista nella stagione 2024 di Formula 1. Quella relativo alla data della presentazione. L’unveiling della neonata a Maranello andrà in scena martedì 13 febbraio, con qualche ora di anticipo rispetto allo scorso anno.

Ultim'ora Ferrari
Ferrari al lavoro sulla vettura 2024: tutti i dettagli (Foto Twitter Ferrari) – Sportitalia

“Ho scelto proprio il 13 perché così avremo un giorno in più a disposizione in vista dei test“, ha spiegato Vasseur alla stampa presente all’evento. Il team principal francese, in seguito, si è anche soffermato brevemente sull’indirizzo del cosiddetto progetto 676, sottolineando che la nuova monoposto sarà estremamente diversa rispetto a quella affidata a Charles Leclerc e Carlos Sainz nel 2023: “Abbiamo modificato il 95% della macchina cercando di migliorare ogni dettaglio e di ottenere maggiori prestazioni. I piloti sono stati coinvolti fin dall’inizio in tale processo”.

Per la Ferrari sarà un “nuovo inizio”. Parola di Enrico Cardile

Successivamente alle dichiarazioni del manager transalpino, è partito il conto alla rovescia di milioni di appassionati ferraristi. Questi ultimi, infatti, non vedono l’ora di scoprire come sarà la nuova vettura del Cavallino e, soprattutto, qual è la filosofia scelta dal team per cercare di chiudere il gap con la velocissima Red Bull. Intanto, Enrico Cardile, direttore tecnico dell’area telaio, ha fatto qualche considerazione in merito durante un’intervista concessa ai microfoni di ‘Auto Motor Und Sport’.

Per la Ferrari sarà un "nuovo inizio". Parola di Enrico Cardile
La rivelazione sulla nuova vettura del team di Maranello (Lapress) – Sportitalia.it

“La vettura 2023 è stata un ulteriore sviluppo della vettura 2022. Abbiamo cercato di porre rimedio ad alcuni punti deboli, ma purtroppo ci siamo subito resi conto che avremmo presto raggiunto i limiti della nostra direzione di sviluppo“, ha detto l’ingegnere toscano ripercorrendo la storia della stagione conclusasi a novembre.

E infatti, in quel di Maranello si è deciso ad un certo punto di interrompere gli aggiornamenti sulla SF-23 per concentrare tutte le energie sul progetto 676. “La vettura per il 2024 sarà un nuovo inizio”, ha affermato Cardile. “Ci atteniamo all’obiettivo che ci siamo posti dopo la valutazione iniziale. Ma abbiamo dovuto renderci conto che possiamo raggiungere questo obiettivo solo con una vettura completamente nuova, ha chiosato.

Confermate, dunque, le parole di Vasseur. Non resta adesso che attendere la presentazione della vettura e i primi verdetti della pista. Lo ricordiamo, i test invernali di Formula 1 si svolgeranno in Bahrain, sul circuito di Sakhir, dal 21 al 23 febbraio. Il Gran Premio d’apertura del campionato, invece, si disputerà il 2 marzo, sempre sulla pista situata alla periferia di Manama.