Nadal ha già smesso: l’annuncio allarma i tifosi

Rafa Nadal gela tutti i suoi numerosissimi fan con una dichiarazione clamorosa: lo spagnolo non ha potuto nascondere l’amarezza

L’ex numero uno del mondo si appresta a vivere un Australian Open da protagonista ma non può mentire a se stesso e agli altri: la fine della carriera è sempre più vicina, per certi versi già arrivata.

Nadal lascia tutti di stucco
Rafa Nadal ha le idee chiare sul suo futuro (Sportitalia – ANSA)

Adesso non ci sono più dubbi: Rafa Nadal è di nuovo un tennista professionista. Non che avesse mai smesso ufficialmente, ma dopo un anno di lontananza dai campi qualche lecito dubbio era venuto a tifosi e addetti ai lavori.

Lo spagnolo si è rivisto con la racchetta in mano per un incontro di doppio, a Brisbane, dove in coppia con Marc Lopez è stato sconfitto (6-4; 6-4) dal duo australiano Max Purcell e Jordan Thompson. Al di là della prestazione l’importanza sta nell’averlo rivista pronto a dare battaglia su un campo di gioco, esattamente 347 giorni dopo aver perso da McDonald nell’Australian Open 2023.

Proprio il primo Slam dell’anno sarà il grande banco di prova per capire che 2024 attendersi dall’ex numero uno del mondo. Molto probabilmente sarà la sua ultima stagione da professionista, ma con un campione di questo calibro mai dire mai.

Nadal, dopo un anno torna in campo ma ammette: “Irrealistico pensare di poter vincere tornei”

Parlando ad un evento promozionale in Australia, Nadal ha dichiarato: “Mi sento bene. Non mi lamento, mi sento molto meglio di quanto sperassi un mese fa”. Poi però aggiunge:Ovviamente non credo sia possibile sperare di vincere dei tornei oggi”.

Carriera finita per Nadal
Il clamoroso annuncio di Rafa Nadal (Sportitalia – ANSA)

Per Rafa il solo fatto di essere riuscito a tornare all’attività agonistica è una vittoria, ma di certo per uno che ha conquistato 22 tornei dello Slam non può bastare.

Il fenomeno di Manacor ha poi specificato:Mi sono allenato ad alta intensità solo nell’ultimo mese“, chiarendo che i suoi obiettivi sono “a lungo termine“.

Come tutti sanno, infatti, l’idea è quella di testare la condizione in vista del Roland Garros, grande appuntamento del 2024 per il classe ’86, che a Parigi ha già vinto la bellezza di 14 volte (l’ultima nel 2022 in finale contro Casper Ruud).  Chissà che non riesca a regalarsi e a regalare un’ultima impresa per lui e per tutti i suoi tifosi. Un congedo di fine carriera davvero con i fiocchi, anche se ad oggi sembra più che altro una favola irrealizzabile.