Che tegola per Leclerc, si mette subito malissimo

Il Mondiale 2024 di F1 deve ancora cominciare ma Charles Leclerc ha già ricevuto una mazzata pesante: per il monegasco la strada è in salita

I tifosi della Ferrari ripongono grandissime speranze in Charles Leclerc, che nelle ultime gare della scorsa stagione è parso rivitalizzato dopo un periodo piuttosto complicato. Il Mondiale 2023 è stato molto faticoso per il monegasco, che ha dovuto faticare moltissimo per cercare di adattare il suo stile di guida a una SF-23 piena di problemi. Da metà campionato in poi le cose sono andate meglio per il pilota di Monte Carlo, bravo a chiudere l’annata con alcuni podi che lasciano ben sperare in vista del Mondiale 2024.

Si mette subito malissimo per Leclerc
Leclerc, sono subito guai: fan spiazzati – Foto ANSA (Sportitalia.it)

I fan della Rossa si augurano che Leclerc possa correre per il titolo iridato già quest’anno, ma bisogna ovviamente fare i conti con la Red Bull e con Max Verstappen. Le indiscrezioni parlano di netti miglioramenti per la Ferrari emersi al simulatore, ma anche la scuderia di Milton Keynes sembra essere riuscita a migliorare ulteriormente una vettura già dominante. Non resta che attendere i primi test in Bahrein per capire se davvero Leclerc potrà dare del filo da torcere al tre volte campione del mondo.

Nel frattempo proprio uno degli elementi più importanti della Red Bull ha parlato di quelli che potrebbero essere i rivali più agguerriti di Max Verstappen in questa stagione. Helmut Marko pare aver risolto le presunte incomprensioni con il Team Principal Christian Horner: l’80enne di Graz dovrebbe aver già firmato il rinnovo di contratto con il team anglo-austriaco, anche se finora non è arrivata alcuna ufficialità in merito.

Leclerc umiliato, che mazzata: il monegasco non se l’aspettava

Il ritorno della serenità all’interno del team Red Bull fa felice soprattutto Verstappen, che sa bene quanto sia importante l’unità di intenti per raggiungere i traguardi più ambiti. Inoltre il pilota olandese deve tanto a Marko, dato che è stato proprio il manager austriaco a credere nelle sue enormi potenzialità e lanciarlo giovanissimo in Formula 1.

Che tegola per Leclerc: non è al livello di Verstappen
Leclerc costretto ancora a inseguire Verstappen: il manager è stato chiaro – Foto ANSA (Sportitalia.it)

Proprio Marko, intervenuto a ‘F1 Insider’, ritiene che Verstappen non sia ancora arrivato al limite: il consulente della Red Bull si è detto convinto che il campione del mondo in carica migliorerà ancora. Ma non è l’unica brutta notizia per Charles Leclerc: sempre a detta di Marko, infatti, il pilota della Ferrari – così come Lando Norris della McLaren – ha dimostrato di essere un talento eccezionale ma finora non è stato costante nel rendimento, proprio come il britannico della scuderia di Woking.

Nello specifico Marko ha sottolineato: “Leclerc e Norris sono certamente dei talenti eccezionali, ma entrambi hanno mostrato debolezze a livello di costanza in passato. Inoltre Max non è ancora arrivato al limite e migliorerà ulteriormente”.

Parole che sembrano marcare ancora una netta differenza tra Verstappen e i suoi rivali, anche se la ‘pizzicata’ di Helmut Marko potrebbe fungere da stimolo per Leclerc e Norris: i primi test e soprattutto la prima gara in Bahrein (in programma sabato 2 marzo) diranno molto sulle effettive possibilità di Ferrari e McLaren di lottare con la Red Bull per il primato.