Addio Schumacher, ora può finire davvero: c’è la chiusura

Novità sul futuro di Schumacher, che adesso sembra molto più vicino all’addio definitivo. L’annuncio è ufficiale.

La parentesi in Formula 1 di Mick Schumacher si è chiusa lo scorso inverno con l’arrivo di Nico Hulkenberg in Haas. Steiner gli aveva preferito l’esperienza del tedesco per cercare di migliore i risultati e per il figlio d’arte c’è stato poco da fare, con la sola Mercedes disposta ad offrirgli un posto in squadra come terzo pilota e collaudatore.

Mick Schumacher, addio possibile
Schumacher, che annuncio: può succedere davvero (LaPresse) – Sportitalia.it

Un’occasione comunque importante per il giovane pilota teutonico, che però, dopo una sola stagione, ha lasciato per tentare la fortuna nel Wec con l’Alpine. Il team francese gli ha dato un sedile a bordo dell’Hypercar con la quale parteciperà agli eventi del Mondiale Endurance, compresa la storica 24 Ore di Le Mans in cui aveva gareggiato anche il padre nel 1991 con la Mercedes.

Dunque, adesso, Mick è chiamato a fare bene non solo per ritagliarsi uno spazio in una categoria per lui nuova, ma anche per provare a riguadagnarsi la fiducia dei team della Formula 1, dove farebbe volentieri ritorno.

Mick Schumacher, l’addio non è da escludere: l’annuncio del pilota

Schumi Jr non ha mai nascosto il suo desiderio di volersi costruire una carriera all’interno del Circus, anche se ora le sue priorità sembrano essere altre. Infatti, in un’intervista al sito della F1, il pilota classe ’99 ha ammesso di aver preferito tornare in pista da protagonista, anziché rimanere ai margini del massimo campionato automobilistico.

Schumacher, annuncio sul futuro
Schumacher lo ha ammesso: l’addio può essere definitivo (LaPresse) – Sportitalia.it

La Formula 1 ti sottopone anche a difficoltà che non si vedono – le sue parole –. È sempre stata un sogno e lo rimarrà per sempre, ma non c’è motivo di restare senza correre e restare indietro rispetto agli altri. Preferisco andare in pista, trovare un campionato e sviluppare le mie doti“. Per questo, anche se non dovesse concretizzarsi un ritorno in Formula 1, Schumacher sarà comunque contento di come è andata: “Alla fine, se ciò non mi riporterà in Formula 1 ma ad un’altra carriera, sarò comunque felice di farlo“.

Insomma, un’apertura all’addio definitivo da parte del figlio d’arte che ora ha tutte le intenzioni di fare bene con l’Alpine in un campionato dove non ha mai corso. La prima occasione utile per vedere l’ex pilota della Haas in pista con la A424 LMDh del team francese sarà il prologo in programma tra il 24 e il 25 febbraio in Qatar, mentre il fine settimana dopo comincerà a fare sul serio per la prima gara ufficiale della stagione 2024 sempre sullo stesso tracciato di Losail.