Penalizzazione e classifica ribaltata: cosa sta succedendo

Penalizzazione e classifica ribaltata in Premier League: il club ha violato la norma e ora potrebbe incorrere in una sanzione durissima, ecco cosa sta succedendo

La situazione in Premier League è sempre più caotica e rischia di vedere una classifica fatta dalla giustizia sportiva e non da quella di campo. A quanto pare anche i ricchi club britannici hanno i loro problemi. E forse è proprio questo il motivo: aver per troppo tempo badato solo alle spese, senza dover fare i conti con il contenimento dei costi. Questo alla lunga porta danni e adesso i nodi stanno venendo al pettine.

Penalizzazione e classifica ribaltata: non c'è scampo
In Premier League nuova penalizzazione e classifica ribaltata completamente – (ANSA) – sportitalia.it

Ci riferiamo alla situazione del Fair Play Finanziario che ha già visto l’Everton penalizzato di dieci punti e presto potrebbe non essere finita qui per il secondo club di Liverpool. I Toffees sono una delle due squadre a rischiare (ancora) maggiormente, una nuova penalizzazione. Ma anche altre squadre, tra cui big assolute come City e Chelsea, non sono al riparo e corrono a loro volta molti rischi. Che stia per arrivare la fine dell’era d’oro della Premier?

Penalizzazione e classifica ribaltata: il club di Premier League è nei guai, ecco cosa sta succedendo

Abbiamo detto di due casi gravi, oltre la soglia massima dopo i controlli che sono stati fatti nel primo mese del nuovo anno. Il primo è l’Everton, il secondo riguarda il Nottingham Forrest. Secondo alcuni addetti ai lavori, tra cui l’esperto di finanza Kieran Maguire a “Football Insider”, non ci sarebbe scampo per il club inglese.

Cambia la classifica dopo la penalizzazione: cosa succede
Il Nottingham Forrest al centro di un caso: penalizzazione e classifica ribaltata – (ANSA) – sportitalia.it

Sarà penalizzazione in classifica e questo lo porterà in una situazione a dir poco compromettente essendo già a pochi punti dalla zona retrocessione. Andando nei dettagli, un club di Premier League non può superare una soglia di passivo di 105 milioni di sterline in un triennio, ma per un club neo-promosso (come lo è stato il Nottingham) in questo arco temporale il limite si abbassa a 68 milioni. E qui la soglia superata è di molto superiore. La stangata sembra inevitabile, c’è solo una cosa a cui si appellano gli avvocati per cercare di evitare il peggio.

Retrodatare l’incasso della cessione di Brennan Johnson al Tottenham per 55 milioni di sterline. Questa sarà la prova per cercare di dimostrare la propria buonafede, pur avendo ammesso di aver superato la soglia limite. In caso contrario sarà penalizzazione in quanto per un caso così grave non sono ammesse le multe.