Ferrari, nuovo ribaltone: è già caos per il 2024

Nemmeno il tempo di festeggiare il rinnovo di Leclerc che la Ferrari deve già fare i conti con un improvviso ribaltone: cosa sta succedendo

Il rinnovo di contratto di Charles Leclerc ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti i tifosi della Ferrari. Nessuno voleva arrivare alla prima gara del Mondiale 2024 – che prenderà il via tra un mese in Bahrain – con il pilota di Monte Carlo in scadenza, specialmente se davvero la rossa vuole provare a tornare competitiva per il titolo già in questa stagione.

Nuovo ribaltone in Ferrari
La Ferrari deve fare i conti con un nuovo caos: cosa succede – Foto ANSA (Sportitalia.it)

Fortunatamente nei giorni scorsi è arrivata la conferma della permanenza di Leclerc a Maranello: il monegasco ha firmato con la Rossa una nuova intesa ‘pluriennale’, anche se la durata non è stata rivelata (dovrebbe essere almeno fino al 2027). Tuttavia ora il Cavallino rampante ha un altro problema di cui occuparsi: anche in questo caso i tantissimi tifosi della Ferrari sperano si possa arrivare a un accordo il prima possibile.

Stiamo ovviamente parlando della situazione relativa a Carlos Sainz, dato che anche lo spagnolo ha un contratto in scadenza a fine 2024 e al momento tutto tace sul rinnovo. Il team di Maranello e il 29enne di Madrid stanno discutendo i dettagli della nuova intesa, che dovrebbe portare a un’estensione fino al 2026: tuttavia pare che nelle ultime settimane l’entourage di Sainz abbia alzato parecchio le richieste economiche e per questo la trattativa è entrata in una fase di stallo.

Ferrari shock: niente accordo, ora cambia tutto

Ma cosa potrebbe succedere in caso di mancato accordo con Sainz? Sia il pilota iberico che la Ferrari potrebbero valutare eventuali altre opzioni. Diversi piloti andranno in scadenza al termine di questa stagione e pertanto è facile che si inneschi un effetto domino tra le varie scuderie.

Sainz, caos per il 2024: lo spagnolo in bilico
Sainz, ancora niente rinnovo: lo spagnolo potrebbe lasciare la Ferrari – Foto ANSA (Sportitalia.it)

Sainz è molto stimato dai principali team del Circus e qualcuno ha addirittura avanzato l’ipotesi di un suo trasferimento alla Red Bull. La scuderia di Milton Keynes non pare infatti intenzionata a rinnovare il contratto di Sergio Perez, in scadenza a fine 2024. Per sostituire il messicano il team anglo-austriaco aveva pensato a Lando Norris, ma il britannico ha appena siglato il rinnovo di contratto con la McLaren. Ecco perché Horner e Marko seguono con attenzione l’evolversi della situazione che riguarda Sainz: un suo approdo in Red Bull nel 2025 al momento è ritenuto fortemente improbabile, ma mai dire mai.

La Ferrari per ora non ha un piano B e sul mercato non ci sono alternative interessanti a Carlos Sainz. Di recente è trapelato il nome di Alexander Albon, attualmente alla guida della Williams, ma è una pista che non convince gli esperti di F1. La mancanza di scelte spingerà la Rossa a cercare di arrivare a un’intesa con lo spagnolo.