Cacciato dalla Ferrari: Sainz, vendetta è fatta

L’arrivo di Lewis Hamilton in Ferrari costringe Sainz a fare le valigie: il pilota spagnolo medita la vendetta.

Lewis Hamilton sarà un pilota della Ferrari a partire dalla stagione 2025. Dalle prime indiscrezioni all’annuncio ufficiale sono passate poche ore: i rumors iniziali sono diventati via via sempre più forti, fino alla conferma del passaggio del 7 volte campione del mondo alla scuderia di Maranello. Hamilton aveva un contratto con la Mercedes fino al 2025 ma ha esercitato la clausola rescissoria presente nello stesso che gli ha permesso di liberarsi.

Sainz cacciato dalla Ferrari: cosa succede
Carlos Sainz dovrà lasciare la Ferrari al termine di questa stagione – Foto ANSA (Sportitalia.it)

Evidentemente il pilota britannico ha deciso di non esercitarla e lanciarsi in questa nuova avventura in Ferrari, che molto probabilmente sarà il suo ‘ultimo ballo’ in Formula 1. Lewis Hamilton prende il posto di Carlos Sainz e va quindi a formare una super coppia con Charles Leclerc, che nei giorni scorsi ha rinnovato il suo contratto con il Cavallino rampante.

Proprio in queste ultime settimane erano trapelate diverse voci su una freddezza che ormai si percepiva chiaramente tra la Ferrari e Sainz: il contratto dello spagnolo era in scadenza a fine 2024 e le trattative per il rinnovo parevano essersi bruscamente interrotte. Una fase di stallo che molti imputavano a richieste economiche troppo elevate da parte dell’entourage di Sainz ma la realtà è che la Ferrari aveva già ben chiare le idee sul futuro. Ma cosa farà ora il 29enne di Madrid?

Cacciato dalla Ferrari: ora Sainz vuole vendicarsi

La sua reazione alla notizia dell’approdo di Hamilton in Ferrari è stata affidata a un breve messaggio sui social, dove Sainz ha confermato che darà comunque tutto in questo Mondiale 2024 e che annuncerà notizie sul suo futuro quando sarà il momento. L’ex pilota di Toro Rosso, Renault e McLaren potrebbe anche decidere di vendicarsi e fare un grosso sgarbo alla Ferrari. Nel 2025, infatti, quasi certamente si libererà uno dei sedili più ambiti dell’intera Formula 1.

Sainz, vendetta è fatta: va in Red Bull
Sainz può affiancare Verstappen in Red Bull: la vendetta è pronta – Foto ANSA (Sportitalia.it)

La Red Bull non sembra affatto intenzionata a rinnovare il contratto di Sergio Perez: l’intesa con il 33enne messicano terminerà dopo questa stagione e l’impressione è che la decisione di separarsi sia stata già presa. La scuderia di Milton Keynes, sfumato l’obiettivo Norris, potrebbe scegliere di puntare proprio su Carlos Sainz.

D’altronde lo spagnolo è stato l’unico in grado di interrompere il dominio Red Bull lo scorso anno, ottenendo un bel successo nel Gran Premio di Singapore. In più, Sainz è già stato in passato compagno di scuderia di Verstappen: i due hanno corso insieme nella Toro Rosso nel Mondiale 2015 e nelle prime quattro gare del 2016, prima che l’olandese venisse promosso in Red Bull.