Djokovic, che batosta: preoccupazione massima

Il numero uno al mondo Novak Djokovic non vive un momento semplice. Il campione serbo ha da sempre un rapporto difficile con le sconfitte

Per alcuni è il GOAT del mondo del tennis (il migliore di sempre), per altri invece non lo è: quel che è certo e indiscutibile è che l’attuale numero uno del circuito Atp Novak Djokovic è il tennista più vincente di sempre. 24 titoli del Grande Slam, oltre 400 settimane in vetta alla classifica Atp e una serie di record che difficilmente riusciranno in futuro a battere.

momento difficile per Djokovic
dubbi sul futuro di Novak Djokovic (Lapresse) Sportitalia.it

Basti pensare che nel 2023 – con Djokovic a 36 anni – Nole ha vinto ben 3 titoli del Grande Slam più le Atp Finals di fine anno. Un dominio assoluto e l’unica sconfitta arrivata in finale e al quinto set a Wimbledon, contro il giovane talento spagnolo Carlos Alcaraz. Il dominio di Djokovic è stato ben più impressionante rispetto a quello dei suoi due più grandi rivali, ovvero Rafa Nadal e l’eterno ‘nemico’ Roger Federer: loro tre insieme formano i Big Three ed hanno vinto addirittura ben 66 titoli complessivi del Grande Slam.

Dopo la vittoria alle Atp Finals si è spento qualcosa, Djokovic non è riuscito a mostrare il gioco fluido di sempre ed ha trovato una nuova terribile nemesi. Per nostra fortuna una nemesi italiana e che ormai tutti conosciamo benissimo: stiamo parlando ovviamente del nostro Jannik Sinner, numero 4 al mondo e neo vincitore degli Australian Open 2024. Il tennista altoatesino ha battuto tre volte Djokovic negli ultimi mesi (su quattro precedenti) e ha inserito sicuramente dei dubbi nel campione serbo.

Djokovic, la sentenza di Bertolucci è netta

Sono in tanti a domandarsi se sia cominciata la fase di declino o meno del leggendario campione serbo. L’ex tennista Paolo Bertolucci ne ha parlato ai microfoni di ‘Fanpage’ ed ha provato a spiegare cosa sta accadendo al recente semifinalista di Melbourne. Djokovic è crollato in semifinale sotto i colpi di Sinner, battuto in quattro set anche abbastanza nettamente. A riguardo Bertolucci si è espresso in questo modo:

Djokovic in crisi nera
Dubbi profondi su Djokovic (Lapresse) Sportitalia.it

“Djokovic ha giocato piuttosto male in Australia, cosi come negli appuntamenti precedenti. Non lo abbiamo mai visto in buone condizioni e questo può preoccupare”. Bertolucci ha posto un quesito piuttosto interessante riguardo Nole, una domanda ormai tutti i fan si fanno: per Djokovic potrebbe essere iniziato ufficialmente il suo declino – legato ovviamente e inesorabilmente all’età – oppure ha vissuto solo un momento difficile di forma. Lo scopriremo sicuramente nei prossimi impegni con Nole che potrebbe essere protagonista nei tornei di Indian Wells e Miami, lo scopriremo quindi piuttosto presto.