Sinner, svolta inaspettata: così diventa subito il numero 3 al mondo

Per Jannik Sinner l’obiettivo è a portata di mano. Il fenomeno del tennis italiano potrebbe diventare subito numero 3 al mondo 

È indubbiamente il momento d’oro di Jannik Sinner dopo la vittoria all’Australian Open: ora per l’altoatesino si presenterà un’opportunità più unica che rara. Potrebbe salire al terzo posto del ranking mondiale ben prima di quanto pensasse, un plot twist che nessuno si sarebbe mai aspettato. Eppure lo scenario all’orizzonte appare abbastanza concreto: facendo due calcoli si potrebbe aggiudicare il podio a breve.

Jannik Sinner pronto a conquistare il terzo posto nel ranking
Jannik Sinner dopo la vittoria all’Australian Open è in corsa per il terzo posto nel ranking mondiale – sportitalia.it (fonte foto ANSA)

In quel caso potrebbe scalzare Daniil Medvedev, che ha battuto proprio in finale alla Rod Laver Arena, fermo a 8.765 punti. Jannik invece può vantare un bottino complessivo di 8.310 punti, considerando quelli lasciati per strada a Montpellier e nella finale dell’Atp di Rotterdam disputatasi il 19 febbraio del 2023 proprio contro il russo – finì 7-5, 2-6, 2-6 con Sinner che ebbe la peggio -, alla fine dovrebbe rimanere con 7.770 punti.

Daniil Medvedev dopo la sconfitta anche la beffa, ora Sinner può superarlo nel ranking

Non è esattamente il periodo migliore per Daniil Medvedev che dopo esser stato battuto in finale all’Australian Open – inizialmente avanti per due set a zero – potrebbe lasciargli il terzo posto nella classifica Atp. Non prenderà parte infatti all’Atp 500 di Rotterdam – al via da sabato 10 febbraio – dove avrebbe dovuto difendere il titolo conquistato proprio un anno fa con il campioncino di San Candido. “Purtroppo devo cancellarmi dal torneo. – ha fatto sapere il russo su Instagram – Dopo lo Slam in Australia, particolarmente duro e lungo, il mio fisico e soprattutto il mio piede destro non sono ancora al meglio”.

Medvedev rinuncia a Rotterdam, Sinner vuole il terzo posto
L’assist per il terzo posto nel ranking Atp arriva da Medvedev, il russo non ci sarà a Rotterdam – sportitalia.it (Fonte foto ANSA)

L’agenda del russo è fitta d’impegni, e quindi è meglio dosare con attenzione le energie. Nella conclusione non risparmia parole al miele per una manifestazione che apprezza particolarmente: “Amo giocare qui, ho una bella tradizione in questo torneo, non vedo l’ora di tornare nel 2025”. Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, partecipando perderà i 500 punti della vittoria conquistata il 19 febbraio del 2023, scendendo a 8.265 punti dagli 8.765 attuali.

Considerando che Sinner partirebbe con 7.770 punti, in caso di trionfo in Olanda potrebbe agguantare la terza posizione e il podio nel ranking con uno scarto minimo, di soli cinque punti. Sarebbe il primo a riuscirci nella cosiddetta ‘era dei computer’, visto che già Nicola Pietrangeli ha centrato l’obiettivo nel 1959 e nel 1960 – a firmare la classifica allora era il celebre giornalista Lance Tingay.