NBA ai piedi di LeBron James: è ufficiale, la notizia pazzesca

Ancora un altro traguardo raggiunto da LeBron James, sempre più volto e simbolo dell’NBA di oggi. C’è l’ufficialità

Nonostante gli alti e bassi di questa stagione, i Lakers continuano la loro corsa verso i playoff trascinati dai soliti Anthony Davis e LeBron James. Le due star NBA stanno facendo il possibile per aiutare i gialloviola con l’obiettivo di lottare per la vittoria del secondo titolo dopo quello vinto nella bolla di Orlando del 2020 e il primo In-Season Tournament della storia conquistato nei mesi scorsi.

LeBron James, altro record in NBA
LeBron James, che notizia per il “Re”: è ufficiale (LaPresse) – Sportitalia.it

Per loro, l’età sembra essere soltanto un numero e così in questa Regular Season stanno viaggiando ad una media simile di quasi 25 punti a partita. In più, per il centro ex New Orleans ci sono 12 rimbalzi di media, mentre per il “Re” ci sono anche 7 rimbalzi e quasi 8 assist ad allacciata di scarpe. Statistiche, queste, al quale ormai ci abbiamo fatto l’abitudine, con LeBron che peraltro si sta confermando sempre più leader della classifica all-time per punti realizzati in carriera dopo aver superato Kareem Abdul-Jabbar a distanza di dodici mesi esatti.

Un record, questo dell’ex giocatore sei volte campione NBA, che durava da quasi quarant’anni e che soltanto James è stato in grado di superare. Sempre più “The Choosen One”, insomma, con un altro primato che nel frattempo si sta avvicinando.

NBA, LeBron James sempre più nella leggenda: manca poco

In particolare, il numero 23 gialloviola si è portato in quarta posizione della classifica dei giocatori con il più alto numero di assist in carriera, ben 10.792 in totale. Ciò significa che adesso gli mancano 5.014 assist per raggiungere il primo posto occupato dalla leggenda degli Utah Jazz John Stockton.

LeBron James, altro record
LeBron James, una carriera leggendaria (LaPresse) – Sportitalia.it

Difficile dire al momento se riuscirà a giocare così a lungo per prendersi la prima posizione. A quasi quarant’anni, non sappiamo quante stagioni gli restano da giocare, anche se vedendolo in campo oggi pare difficile possa smettere a breve. Ciò che è certo, invece, è che intanto sono 3.670 gli assist che hanno portato alla realizzazione di un canestro da tre punti, gli stessi che lo collocano in prima posizione davanti a tutti.

Un mito senza fine, dunque, LeBron James, che quest’anno ha centrato anche la ventesima convocazione da titolare per l’All Star Game, una in più rispetto ad Abdul-Jabbar che si era fermato a quota diciannove. Tutto questo alla sua ventunesima stagione in NBA.

Numeri da capogiro che quindi certificano ancora una volta la grandezza del campione, alimentando ulteriormente il dibattito su chi sia il GOAT della storia della lega cestistica più importante al mondo.