Bologna, la parabola ascendente di Zirkzee: che stagione dell’olandese

Uno dei big match della 27esima giornata di Serie A vedrà di fronte Atalanta e Bologna, in uno scontro d’alta classifica che potrebbe valere molto in ottica qualificazione alla prossima Champions League. I felsinei vogliono la sesta vittoria consecutiva, gli orobici vogliono rifarsi dopo il solo punto conquistato nelle due trasferte di San Siro.

Al Gewiss Stadium saranno tanti i duelli a poter determinare la partita, frutto di tanti interpreti che stanno dando il meglio di sé: tra questi c’è Joshua Zirkzee. L’attaccante olandese, appena convocato da Ronald Koeman per i prossimi impegni della sua Nazionale, da dubbio anonimo della scorsa stagione è diventato una vera e propria certezza. Tra gol e assist, è l’attaccante totale, forse atipico, la pedina moderna che tutti gli allenatori vorrebbero avere in attacco.

Thiago Motta in estate aveva dubbi sulla sua titolarità, dubbi prontamente spazzati via dalle prestazioni dell’attaccante. A inizio stagione, l’allenatore felsineo lo voleva meno egoista e più altruista, soprattutto prima della sfida contro il Sassuolo. Dopo quella gara, arricchita da una splendida rete, c’è stata una grande evoluzione, frutto della crescita collettiva dei rossoblù che stanno continuando a stupire e a sognare l’Europa. Con un Zirkzee che vale oro puro.

Impostazioni privacy