Il punto sulla B: risalgono Samp e Pisa. Cremo, che succede?

Pomeriggio di Pasquetta che ha regalato gol, emozioni e spettacolo nell’universo della Serie B. Ne sa qualcosa il Parma, che ha incassato un indigesto Pesce d’aprile nella sfida del Tardini contro il Catanzaro. La truppa di Vivarini ormai non stupisce più e consolida il piazzamento playoff, proiettandosi con grande fiducia verso la parte conclusiva della regular season. Succede di tutto all’Arena Garibaldi di Pisa: il Palermo di Corini cade in modo rocambolesco dopo aver incassato due rimonte (la seconda in inferiorità numerica). Finisce 4-3 per i nerazzurri, che adesso intravedono lo spiraglio verso i playoff. Zona presidiata, nel settimo posto, dalla Sampdoria, che si rilancia alla grande grazie alla tripletta di De Luca (finisce 4-1 per i blucerchiati): ko una Ternana sempre più in difficoltà.

Pareggio insulso in chiave classifica quello del Braglia tra Modena e Bari. Cade a sorpresa il Venezia: e la sorpresa la fa la Reggiana di Nesta, vincendo 3-2 al Penzo una gara folle. Anche i granata adesso credono di poter dire la loro per l’ottavo posto. Dove c’è il Brescia di Maran, che vince la battaglia di Cosenza inguaiando la truppa calabrese, ora a 34 punti, al pari dello Spezia. I liguri conquistano tre punti di platino nella sfida salvezza contro l’Ascoli.

Pesantissimo il successo della Feralpisalò (quasi un’ultima chiamata per restare in scia del treno playout composto da Ternana e Spezia), ma fa clamore il risultato perché la Cremonese cade per la seconda volta consecutiva e si vede scavalcata dal Como, ora secondo, dopo l’ottima affermazione contro il Sudtirol. Battaglie in ogni zona, nulla è aggiudicato. Sarà una lunga, appassionante, volata finale di questa splendida Serie B.

Impostazioni privacy