Bagnaia ne caccia due dalla Ducati: Rossi tradito dalla sua moto

A Borgo Panigale emergono diversi problemi, occhio alle scelte future e alla gestione totale del progetto. Bagnaia è l’ago della bilancia

La stagione di MotoGp è appena iniziate e già si parla di futuro. Sono solo due le gare disputate finora, in Qatar ed in Portogallo, ma quello di cui si parla maggiormente non è, almeno per ora, ciò che è successo in pista. La Ducati ha dominato ancora una volta prima con Pecco Bagnaia e poi con Jorge Martin, vincitori dei primi due appuntamenti stagionali, ma ciò che emerge è una superiorità messa in discussione dagli altri team, soprattutto rispetto alla supremazia totale dell’anno scorso.

Futuro Ducati
Ducati in testa al campionato, ma occhio agli inseguitori (ansafoto.it) sportitalia.it

Le ottime gare disputate dalle KTM di Brad Binder e di Pedro Acosta, che sembra il futuro di questo sport dopo solo due gare, hanno minato la sicurezza del team Ducati, che oggi deve lottare più duramente per rimanere in vetta. A pochi giorni dal terzo Gran Premio dell’anno, in programma sul circuito di Austin nel Texas, si inizia a parlare di futuro soprattutto in vista di alcuni problemi che potrebbero emergere a Borgo Panigale al termine della stagione.

Ducati rischia di perdere Martin, lo scenario possibile in vista del 2025

Il rinnovo firmato da Fabio Quartararo con la Yamaha blinda il pilota francese con il team giapponese, a dimostrazione della fiducia riposta in un costruttore che, al momento, vive forse uno dei periodi peggiori della sua storia, sportivamente parlando. La scuderia di Iwata è ora alla ricerca di un pilota che possa affiancare il campione del mondo 2021, dando per scontato che Franco Morbidelli verrà escluso dal progetto a fine stagione.

Futuro Ducati
Marc Marquez e Jorge Martin pensano all’addio, lo scenario (ansafoto.it) sportitalia.it

Lo scenario più plausibile, al momento, vede Jorge Martin realmente interessato al passaggio in Yamaha. Lo spagnolo vorrebbe la Ducati ufficiale e se non dovesse ottenerla prenderà in considerazione, come ha lui stesso dichiarato, l’ipotesi di trasferirsi altrove. Martin vuole correre in un team ufficiale, stanco ormai di lottare in una squadra satellite. Strano poiché Pramac riceve comunque la moto ufficiale aggiornata da Ducati e questo, a dir la verità, è il secondo punto della questione.

Anche Marc Marquez vorrebbe la moto ufficiale, e se non dovesse ottenerla Martin potrebbe aprirsi una porta per lui. Occhio però, perché questo scenario non è così scontato, vista la fiducia che a Borgo Panigale ripongono in Enea Bastianini. Ecco allora che Ducati rischia di perdere sia Martin che Marquez in futuro, entrambi alla ricerca di una moto ufficiale con Ducati che continuerà a puntare tutto su Pecco Bagnaia, fresco di rinnovo.

Impostazioni privacy