Salernitana-Verona 1-2: l’Hellas è aritmeticamente salvo

Con il successo per 1-2 in casa della Salernitana il Verona è aritmeticamente salvo. Le reti di Suslov e Folorunsho nel primo tempo regalano i 3 punti e la permanenza in Serie A ai ragazzi di Baroni. Nulla è valso alla Salernitana il gol di Maggiore nel finale. Per non diventare ora la squadra con il peggior punteggio finale nella storia della Serie A, la Salernitana sarà obbligata a vincere nell’ultima giornata contro il Milan.

Salernitana-Verona, le formazioni

Salernitana (3-4-2-1): Fiorillo; Pierozzi, Fazio, Pirola; Sambia, Basic, Coulibaly, Zanoli; Tchaouna, Kastanos; Weissmann.

Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Dawidowicz, Coppola, Cabal; Serdar, Duda; Suslov, Folorunsho, Lazovic; Noslin.

La partita, il primo tempo

Vince 1-2 il Verona a Salerno e centra l’aritmetica salvezza. A sbloccarla è Suslov al 23′. Gran bel gol del centrocampista slovacco che recupera palla, dialoga con Noslin e dal limite non lascia scampo a Fiorillo battuto con un sinistro potente. Il Verona insiste e sfiora il raddoppio con Lazovic e Folorunsho. Nel finale del primo tempo è poi proprio lo stesso Folorunsho a fare 0-2. Tchatchoua recupera palla e serve Noslin, che premia la sovrapposizione di Lazovic. Cross basso deviato in porta con un comodo tap-in dall’ex centrocampista del Bari.

La partita, il secondo tempo

In avvio di ripresa Noslin sfiora il 3-0. Suslov serve bene sulla corsa Noslin che calcia forte col destro ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta. A 10 dal termine è poi ancora Folorunsho ad andare vicino alla doppietta. A centimetri dalla doppietta l’ex Bari: conclusione incrociata col destro che si stampa sul legno, a Fiorillo battuto. In chiusura la Salernitana prova a riaprirla con Maggiore. Sul corner calciato da Candreva calcia forte Pierozzi centrando in pieno il palo, sulla respinta del legno è in agguato l’ex capitano dello Spezia che insacca col destro. Finisce 1-2 con il Verona ora salvo.

 

Impostazioni privacy