Clamoroso Michael Schumacher: è un sogno

Michael Schumacher, clamoroso quanto è accaduto: un vero e proprio sogno per i tifosi che ancora si emozionano al solo ricordo

Il suo regno in Formula 1 gli ha fruttato sette titoli mondiali ed un’eredità che ancora nessuno è stato in grado di raccogliere. Il titolo di leggenda a Michael Schumacher potrebbe ancora stare molto stretto.

Schumacher, che capolavoro: tifosi in estati
I tifosi non l’hanno scordato: immenso Schumacher (LaPresse) – Sportitalia.it

Oggi è cambiato tutto, Michael vive un dramma che lo accompagna da oltre undici anni. Era il 29 dicembre 2013 quando, l’anno successivo al suo ritiro dopo l’avventura in McLaren, sulle nevi di Meribel il tedesco fu vittima di un tragico incidente. Il campione tedesco  sopravvisse per puro miracolo e per il tempestivo soccorso dei medici: da allora in pochi hanno il privilegio di stargli accanto, di sapere come Schumi effettivamente stia.

Le indiscrezioni o presunte tali si susseguono da tempo: chi parla del tedesco come un uomo ormai ben lontano da quello che era in pista, nemmeno in grado di parlare. Chi, invece, sostiene come Michael sia migliorato e possa addirittura sedere a tavola con la famiglia seppur con dei limiti.

Parallelamente il suo ricordo, del leone che è stato in pista nei circuiti di tutto il mondo, non morirà mai. Ed in tal senso una ‘nuova’ grande emozione per i suoi tifosi è ritornata in auge nelle scorse ore.

Immenso Schumacher: il video dice tutto

Di imprese nella sua incredibile carriera Michael Schumacher ne ha messe tante, tantissime a referto. Ma quella ricordata dal giornalista di ‘Motorionline’ Piero Ladisa, su ‘X’, ha davvero dell’incredibile.

Schumacher, che capolavoro: tifosi in estati
Momenti di commozione per Michael Schumacher: impresa clamorosa – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Era il 1996, l’anno nel quale purtroppo per Michael sfumò il suo terzo titolo mondiale: a vincere fu Damon Hill. Ma di momenti memorabili il Kaiser, che anche l’anno successivo avrà momenti amari dopo il duello con Villeneuve, ne ha regalati. In questo caso si era a Montecarlo per il GP di Monaco, ben 28 anni fa.

La pole position siglata dall’ex pilota della Ferrari è una perla di rara bellezza, impossibile da dimenticare. Il sorriso che l’ex Team Manager Jean Todt, grande amico di Michael, regala alle telecamere dice tutto. E forse anche di più.

Il giornalista riporta poi quelle che furono delle dichiarazioni assai particolari del compagno di squadra di Schumi in Ferrari, Eddie Irvine: “Michael ha vinto tre gare e fatto quattro pole con una vasca da bagno”, disse il secondo pilota della ‘Rossa’.

Ed in effetti quella vettura non era niente di eccezionale, niente di paragonabile a quella che Michael dopo un duro lavoro coi meccanici del Cavallino Rampante, in qualche anno riuscì a mettere in piedi. Un gigante.

Impostazioni privacy