ESCLUSIVA SI Mendez (ex all. Velez): “Lautaro, che anno. Carboni futuro top. Castro? Bologna ideale per esplodere”

Sebastian Mendez, fino a qualche mese fa allenatore del Velez Sarsfield in Argentina, è intervenuto in esclusiva a SPORTITALIA per parlare della prossima Copa America che giocherà la Seleccion ed anche per dirci la sua in merito ad alcuni dei protagonisti della nostra Serie A. Fra i quali c’è anche Santi Castro, che ieri ha trovato il primo gol con il Bologna e che era allenato proprio da Mendez al Velez.

L’Argentina sarà la favorita di questa Copa America?

“Sì, credo che l’Argentina parta come favorita, tenendo in conto le ultime manifestazioni cui ha partecipato. Certo, le rivali non mancano, come ha dimostrato la sconfitta contro l’Uruguay. Sarà una Copa America interessante, il gruppo dell’Albiceleste è difficile. Vedremo poi come si presenterà il Brasile, che avrà diversi assenti. Poi ci sono le varie Canada, Messico e Stati Uniti che alzeranno ancora di più il livello”.

Quale sarà la sorpresa?

“L’Uruguay può essere la sorpresa, ma vedremo anche il Cile come farà con Gareca”.

Per Lautaro sarà l’occasione di dimostrare di essere il numero 9 dell’Argentina? Con l’Inter è cresciuto ancora di più quest’anno.

“Lautaro ha iniziato l’ultimo Mondiale da centravanti titolare e penso che semplicemente in Qatar non sia arrivato nella sua forma migliore. All’Inter ha fatto una stagione fantastica, mi piace come giocano i nerazzurri. Sicuramente ora il Toro vorrà fare gol anche con la Nazionale, dove ha segnato meno ultimamente, ma è un attaccante davvero completo. Non so quale sarà l’idea di Scaloni, ma penso che lui farà bene”.

Scaloni ha chiamato anche Valentin Carboni: che ne pensa di lui?

“Carboni è giovane, ma con esperienza per la sua età. Soprattutto in un calcio complicato come quello europeo. L’Argentina continua ad avere giovani talenti in rampa di lancio. Allenai suo padre ai miei inizi come tecnico, e di lui penso che sia un buon giocatore, con un ottimo sinistro, l’uno contro uno, ottimo controllo di palla. E’ molto giovane, penso abbia tutto per diventare un grande giocatore. Anche perché ha una formazione europea ed un ottimo fisico”.

Paulo Dybala out, Nico Gonzalez in: che ne pensa di questa decisione di Scaloni?

“Non sono nessuno per commentare le scelte di altri allenatori, quello dell’Argentina poi sta facendo molto bene da tanto tempo, al di là dei risultati. Lui sa perché prende le decisioni. Certamente Dybala mi sembra un giocatore fantastico, siamo tutti d’accordo su questo, così come Nico Gonzalez è molto versatile e penso che sarà importante come ricambio per Di Maria. Evidentemente Scaloni come dicevo ha le sue ragioni per fare le sue scelte”.

Il suo ex giocatore al Velez, Castro, ieri ha trovato il gol contro la Juventus. Pensa che esploderà il prossimo anno al Bologna?

“Nessuno può negare che Santiago abbia grande qualità, poi nel calcio non si può mai sapere quando uno esploda, perché serve sempre un periodo di adattamento. Il calcio europeo non è facile, lui oltre al gol di ieri ha già avuto altre opportunità ed il contesto di gioco dei rossoblu lo aiuta sicuramente ad affermarsi. Il prossimo sarà un anno importante per il Bologna, con la Champions, sicuramente lui potrà esplodere dato che gioca in una squadra molto buona”.

Impostazioni privacy