La penalizzazione ribalta il GP di Monaco: tifosi increduli

Disastro al Gran Premio di Monaco. Ecco cosa è successo e i provvedimenti presi dopo la Gara

La Formula 1 è tornata in pista dopo il Gran Premio di Imola e lo ha fatto alla grande. Nel Principato di Monaco ha vinto Charles Leclerc davanti a Oscar Piastri e Carlos Sainz, al termine di un Gran Premio che, più che una gara, è sembrato una partita a scacchi.

GP Monaco penalizzazione Ocon Alpine
Verdetto importante scaturito dopo il GP di Monaco (Foto LaPresse) – Sportitalia.it

Il monegasco porta a casa la prima vittoria della sua carriera a Monte Carlo, a casa sua, e fa esplodere di gioia tutti i tifosi della Ferrari. Sesto posto per un Max Verstappen che, dopo l’errore in qualifica, è costretto a fare tutta la gara alle spalle di George Russell senza possibilità, per via del circuito, di sorpassarlo.

Verstappen che rimane saldamente in testa al Mondiale piloti mentre la classifica costruttori sembra essersi riaperta. Le difficoltà di Perez stanno limitando la Red Bull, ora insidiata in graduatoria da Ferrari e McLaren

Formula 1, Ocon penalizzato ma non scende in pista: cosa succede adesso

Il Gran Premio di Monaco, però, era iniziato con un vero disastro. Sono tre gli episodi che hanno condizionato il primo giro del Gran Premio. Innanzitutto il tentativo di sorpasso di Carlos Sainz su Piastri con relativa forature dello spagnolo e bandiera gialla. Poi lo spaventoso incidente di Sergio Perez con le due Haas e, infine, il contatto tra i due piloti Alpine, Ocon e Gasly che ha portato alla penalizzazione del primo.

Ma cosa è successo nella scuderia francese? Nel corso del primo giro sotto regime di bandiera gialla, Ocon forza un sorpasso sul compagno Gasly, chiudendolo contro le barriere e spiccando il volo per via del contatto tra le gomme. Un incidente che poi ha messo fuori gara il numero 31.

Penalità Ocon GP Monaco incidente Gasly
Ocon penalizzato in vista del GP del Canada (Foto Ansa) – Sportitalia.it

La federazione ha subito penalizzato per 10 secondi Ocon che però non è sceso in pista alla ripresa della gara. Penalità che quindi è stata convertita in tre posizioni di arretramento in griglia, da scontare al prossimo Gran Premio, previsto per il 9 giugno in Canada.

Attacco totalmente fuori dalla norma, ne trarremo delle conseguenze e prenderemo delle decisioni. Non era il caso di attaccare il compagno di squadra al primo giro“, ha commentato il team principal dell’Alpine Bruno Famin a Canal+. Un episodio davvero imprevisto che si aggiunge alle grandi difficoltà della Scuderia nella stagione in corso.

Impostazioni privacy