Calcio femminile, Lituania-Italia 0-5, quarta vittoria verso i Mondiali

80

Quarta vittoria consecutiva per l’Italia femminile che mantiene il suo ruolino di marca perfetto nel girone di qualificazione al mondiale battendo anche la Lituania

Femminile Italia
Caruso, suo il quinto con per le Azzurre (Foto FIGC)

Quarta vittoria per l’Italia, che passa nettamente anche sul campo della Lituania, 0-5. Una striscia di risultati perfetto per la squadra italiana che bissa il successo di venerdì scorso contro la Croazia senza subire nemmeno un gol.

Femminile, Lituania-Italia 0-5

In attesa di quelle che saranno le partite decisive, anche nelle qualificazioni femminile l’avversario più temibile è la Svizzera, che le Azzurre devono ancora incrociare, la squadra di Milena Bertolini non lascia nulla al caso. Gioca bene l’Italia, con grande efficacia e personalità prendendo fin dall’inizio il controllo del gioco e chiudendo i conti fin dal primo tempo. In rapida successione arrivano i gol. Al 13’ è Cernoia, in gol anche contro la Croazia, a cogliere il bersaglio con una splendida conclusione spiovente. Dopo dieci minuti in gol anche Pirone, brava a concludere sull’ennesima iniziativa offensiva azzurra. Gara mai in discussione con le lituane mai davvero pericolose e spesso costretta a ricorrere a falli anche di una certa durezza. Al 35’ è Giacinti a firmare il terzo gol sfruttando un lungo suggerimento da calcio di punizione. Partita che si chiude virtualmente al 54’, prima di una girandola di cambi, con il capitano, Sara Gama, tempi perfetti sulla sua conclusione in controbalzo con una bella penetrazione da destra. All’82’ gol di testa di Caruso, sola davanti alla porta a concretizzare una splendida azione collettiva su cross di Guagni.

LEGGI ANCHE > Calcio femminile, lo scandalo abusi sessuali si allarga a macchia d’olio

Il girone dell’Italia

L’Italia si conferma al comando della classifica del proprio gruppo, dodici punti in quattro partite, +15 nel computo della differenza reti, decisiva in caso di parità. Passa direttamente ai mondiali di Australia e Nuova Zelanda solo la prima classificata. La seconda dovrà ricorrere agli spareggi.

Decisiva a questo punto la doppia sfida con la Svizzera, prossima avversaria delle Azzurre il 26 novembre a Palermo