Serie A, un’altra panchina a rischio: arriva la decisione ufficiale

611

Serie A, un’altra panchina a rischio: arriva la decisione ufficiale. Dopo Genoa, Salernitana e Cagliari nuovo cambio in corsa?

Mangiare il panettone è il minimo sindacale per un allenatore di Serie A, anche per quei club che partono con l’unico obiettivi di salvarsi. Ma dopo Genoa, Cagliari e Salernitana, che hanno cambiato tecnico in corsa anche se con risultati modesti, ora un altro club sembra pronto a cambiare.

Serie A
Serie A, un’altra panchina a rischio (LaPresse)

Stiamo parlando dello Spezia, in piena crisi. In campionato i liguri, che nella passata stagione con Vincenzo Italiano sono state una delle più belle sorpresa della Serie A, hanno soltanto 12 punti. Due in più rispetto a Genoa e Cagliari che occupano il terz’ultimo posto con un ruolino di marcia che ha visto arrivare solo tre vittorie a fronte di undici sconfitte.

E la fresca eliminazione in Coppa Italia contro il Lecce, capace di fare la partita dal primo all’ultimo minuto al ‘Picco’ al di là del risultato, ha aperto altre crepe. Alla fine della gara c’è stata contestazione, anche se in realtà lo stadio era semi deserto, ma l’aria attorno a Thiago Motta si sta facendo pesante.

Serie A, Thiago Motta è a rischio (LaPresse)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, un top player va al Barcellona: trattativa avviata

Serie A, un’altra panchina a rischio: la risposta ufficiale del club

L’allenatore italio-brasiliano, che in passatoi aveva occupato per poco anche la panchina del Genoa prima di essere esonerato, dice di essere tranquillo. “Sento assolutamente la fiducia di chi mi circonda. E credo che possiamo uscire da questa situazione insieme”, ha detto ai microfoni di Sport Mediaset a fine gara.

(LaPresse)

A fare chiarezza però è stato il ds, Riccardo Pecini: “Come ho detto anche prima della gara è il momento che i giocatori dimostrino di essere da Serie A. L’allenatore sta lavorando al massimo per tirare fuori dai calciatori tutto quello che hanno. Bisogna ripartire dai giocatori che sono qui da più tempo. Dobbiamo avere la volontà di uscire da questa brutta situazione”. Decisive comunque saranno le prossime due partite di campionato contro Empoli e Napoli per chiudere il girone d’andata.