Esonero Allegri, Agnelli ha scelto: la posizione ufficiale del club

549

Esonero Allegri, Agnelli ha scelto: la posizione ufficiale del club. Dopo la sconfitta a Genova i tifosi infuriati, arriva la risposta

Nell’ottovolante che è stata la stagione della Juventus fino ad oggi s9i inserisce la sconfitta di ieri sera a Genova che per molti sa di beffa. Ma ancora una volta ha innescato polemiche sul futuro di Massimiliano Allegri a Torino.

Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri (ANSA)

Così ancora una volta sul web i tifosi juventini (e non solo) dal fischio finale di Sozza hanno rilanciato il solito hashtag #Allegriout rilanciando l’argomento esonero. Un tormentone che si sussegue già da un paio di mesi, nato soprattutto dopo l’eliminazione dei bianconeri dalla Champions League per mano del Villarreal.

Le scelte del club però fino ad oggi sono state molto diverse e ora arriva la presa di posizione ufficiale da parte del club della Continassa. Andrea Agnelli ha sempre mostrato la massima fiducia nella restaurazione Allegri e per ora non cambia idea. Anche per la prossima stagione in panchina ci sarà il tecnico livornese, forte di un contratto fino al 2025 a 7 milioni a stagione.

Esonero Allegri, Agnelli ha scelto: il tecnico smonta subito il ‘caso Vlahovic’

La rinascita della Juve passa quindi dalle scelte di Max Allegri ma anche dai gol di Dusan Vlahovic che invece da diverse settimane è in fase di involuzione. E dopo la sostituzione nella partita contro il Genoa l’attaccante serbo ha mostrato anche un certo fastidio, piùper la sua prestazione per che alto.

A fine gara il suo allenatore lo ha coccolato: “Io ho provato a cercarlo di spiegare, ma sono sempre stato attaccato, come se ce l’avessi con lui e io fossi la sua rovina. Diciamo che deve trovare un equilibrio: io dico le cose, poi non so se non capiscono o fanno finta. Troverà il suo equilibrio, credo che avrà una crescita sul ritmo giusto, a livello mentale. Ma sono step che deve fare”.

Massimiliano Allegri, le parole su Vlahovic (ANSA)

Vlahovic partirà quindi titolare merecoledì sera nella finale di Coppa Italia contro l’Inter e farà coppia ancora una volta con Dybala: “Le voci sul suo futuro a Milano non influenzeranno la formazione. La prestazione è stata molto buona soprattutto nel secondo tempo e mi lascia ben sperare”.