Mondiali Atletica, solo un quarto posto per Gianmarco Tamberi

107

Niente podio nella gara di salto in alto per il campione olimpico Gianmarco Tamberi ai mondiali di atletica leggera di Eugene

Il solito Gianmarco Tamberi. Capace di gettare il cuore oltre l’ostacolo, di andare al di là di una condizione fisica non straordinaria.

Mondiali Tamberi
Gianmarco Tamberi, quarto posto ai Mondiali di Eugene (Foto ANSA)

Emotivamente capace di creare grande empatia con tutto il pubblico dei Mondiali di atletica leggera di Eugene. Ma a 2.33 la gara dell’azzurro si ferma. Ed è un quarto posto.

Mondiali, Tamberi è quarto

Reduce dall’oro olimpico di Tokyo, Tamberi a Eugene ritrovava il suo grande amico-avversario Barshim con il quale aveva condiviso il gradino più alto delle Olimpiadi in un ex-aequo straordinario.

Alla ricerca della massima esplosività Tamberi ha pagato una condizione fisica approssimativa, pur dando tutto quello che aveva. Passa i 2.30 al terzo tentativo, acciuffa con una prodezza i 2.33 al secondo tentativo con un salto strepitoso. Ma quando l’asticella viene alzata a 2.35 l’azzurro fallisce i suoi tentativi. Oro per Barshim, che poi tenta un proibitivo 2.42 fallendolo: terzo titolo iridato oltre a un argento per il qatariota, davanti al coreano Woo, che fallisce i 2.37 e al russo Protsenko.

Le altre gare di giornata

Mondiali Tamberi
La gara di Tamberi si ferma a quota 2.33 (Foto ANSA)

Niente medaglie nemmeno oggi per la squadra azzurra. Con Gotyom Gebreselase (Etiopia) che conquista l’oro nella maratona femminile. Oro nel salto triplo femminile per la venezuelana Yulimar Rojas, terzo mondiale di fila anche per lei. Solo 12esimo l’azzurro Ahmed Abdelwahed nei 3000 siepi dominati da El Bakkali. Chiudono i 1500 metri femminili vinti dalla keniota Kipyegon.

Quattro le finali in programma nella notte italiana, quinta giornata del programma del Mondiale: salto in alto femminile (con Elena Vallortigara), lancio del disco, 1500 e 400 ostacoli maschili senza azzurri in finale.