Svolta clamorosa Ferrari, a Monza sarà rivoluzione: tifosi impazziti

310

Svolta clamorosa Ferrari, a Monza sarà rivoluzione: tifosi impazziti. Per il Gran Premio di Casa a Maranello hanno scelto una soluzione top

Dall’illusione alla delusione il passo è breve in casa Ferrari. Per un paio di mesi a Maranello hanno davvero creduto di poter battere Max Verstappen e la Red Bull grazie ad una partenza di stagione fantastica. Da Montecarlo in poi però è cambiato tutto e adesso c’è solo da chiudere onorevolmente.

Svolta clamorosa Ferrari, a Monza sarà rivoluzione (LaPresse)

Ma il Mondiale di F1 da venerdì 9 torna in posta a Monza e per la gara di casa i vertici del Cavallino hanno deciso una rivoluzione clamorosa che cambierà per sempre il futuro del team. In attesa di capire come sarà la loro monoposto 2023, Charles Leclerc e Carlos Sainz fin dalle prime Libere cominceranno a girare vestiti… di giallo esattamente come le loro vetture.

A sorpresa infatti la Scuderia di Maranello ha deciso di aggiungere al suo leggendario rosso anche una tinta ribattezzata ‘Giallo Modena‘ per richiamare la città di Enzo Ferrari. In effetti così era all’inizio della Ferrari, fino a quando vennero assegnate le colorazioni delle vetture in base alle varie nazioni. Quindi Charles e Carlos, così come tutto il team, indosseranno tute gialle con inserti neri. Inoltre i numeri sul musetto saranno gialli, come i  profili dell’ala anteriore e gli inserti sull’Halo. E sul cofano motore apparirà il logo ’75’ come gli anni di militanza Ferrari.

Svolta clamorosa Ferrari, a Monza sarà rivoluzione: è una posta record per le Rosse

La Ferrari arriverà a Monza per migliorare i suoi record su questa pista che ha scritto la storia della Formula 1 e punta a fare cifra tonda. Sono state 19 infatti fino ad oggi le vittorie della Rosse sulle pista brianzola (con 21 pole):numeri migliori sono arrivati solo nel GP di Germania, a dimostrazione di quanto conti questa gara.

Il primo successo nel 1951 con Alberto Ascari dopo una bellissima lotta con l’Alfa Romeo di Juan Manuel Fangio. E Ascari rivinse nel 1952, ma poi furono diversi gli anni bui senza vittorie. A compensarli, però, arrivò il periodo d’oro tra il 1996 e il 2010: cinque vittore di Michael Schumacher (1996, 1998, 2000, 2003, 2006, due di Rubens Barrichello (2002, 2004)e quella di Fernando Alonso nel 2010.

Binotto e Leclerc
Binotto e Leclerc (LaPresse)

L’ultima ce la ricordiamo bene, è stata quella di Charles Leclerc nel 2019 con il monegasco che nel giro di pochi giorni portò a casa Spa e Monza aprendo un’era. Domenica però sembra più difficile.