“Sinner è una sfida continua”: il rivale lo ammira e lo teme

177

Parole di grande stima nei confronti di Jannik Sinner da parte di un suo grande avversario dopo la sconfitta dello US Open

Mentre l’Italia si prepara alla grande sfida di Coppa Davis, la stagione si avvia alla sua conclusione.

Jannik Sinner Sportitalia 140922
Jannik Sinner, eliminato ai quarti di finale dello US Open da Alcaraz che poi ha alzato il trofeo (Foto ANSA)

L’ultima corsa è quella alle ATP Finals di Torino che prevedono l’accesso degli otto migliori giocatori della stagione sulla base dei punti conquistati da gennaio in poi.

Sinner e i complimenti di Alcaraz

Al momento gli iscritti certi della partecipazione sono solo due. Rafa Nadal, ancora infortunato e alle prese con un recupero tutto da verificare, e Carlos Alcaraz, reduce dalla sua splendida vittoria dello US Open in quello che è stato il suo primo trofeo Slam in carriera.

“Un essere umano straordinario”

US Open Alcaraz Sportitalia 120922
Alcaraz risponde al pubblico di Flushing Meadows (Foto ANSA)

Proprio Alcaraz ha rilasciato dichiarazioni di grande stima nei confronti di Jannik Sinner, giocatore della sua stessa generazione che più di ogni altro quest’anno lo ha messo in difficoltà. La loro sfida nei quarti di finale di Flushing Meadows è stata riconosciuta da quasi tutti gli addetti ai lavori come una delle più belle dell’intero torneo.

Alcaraz e Jannik si stimano molto. Ma le parole dello spagnolo sono davvero straordinarie… “É stato solo dopo averlo battuto in quella maniera, dopo un match così intenso, che ho capito che potevo davvero arrivare a vincere il torneo. Il match più bello? Probabilmente sì, sicuramente il più duro. Anche peggio della semifinale con Tiafoe. Anche perché io e Jannik ci conosciamo, ci capiamo. E con lui è una sfida vera”.

Non l’ultima: “Sinner ha la capacità straordinaria di tirare fuori il meglio di me, mi spinge al limite esalta le mie qualità di competitor e mi porta a un livello che è sempre superiore. Sempre più alto. Mi aspetto ci saranno molte altre partite con lui. E credo che saranno sempre delle gran faticate perché Jannik non regala niente a nessuno”.

Alcaraz ha raccontato di avere un ottimo rapporto con Sinner anche fuori dal campo: “Il suo spagnolo è migliorabile, il mio inglese così così. Eppure ci capiamo subito. Il tennista è forte. Ma la persona Jannik è davvero straordinaria”.