Max Biaggi, il licenziamento è immediato: il comunicato ufficiale fa scalpore

Max Biaggi, il licenziamento è immediato: il comunicato ufficiale fa scalpore. L’ex campione del motomondiale ha mantenuto quanto promesso

Max Biaggi fa ancora parlare di sè. Il 51enne ex pilota di MotoGP, per anni acerrimo rivale di Valentino Rossi, proprio come il suo ex nemico possiede un suo team in Moto3, lo Sterilgarda Max Racing.

Biaggi
Max Biaggi (Ansa)

Proprio la scuderia dell’ex pilota romano è diventata protagonista di un episodio a dir poco increscioso che ha fatto e farà discutere a lungo. Il ‘fattaccio’ è avvenuto nel corso delle qualifiche del Gran Premio di Aragon di Moto3.

In quella circostanza due meccanici del team di Biaggi tentarono di bloccare l’entrata in pista di Adrian Fernandez, giovanissimo centauro della KTM Tech3 per impedirgli di prendere la scia di Ayumi Sasaki.

I due meccanici, che al termine delle qualifiche furono anche aggrediti dal padre di Fernandez dando vita a una furiosa scazzottata nel retrobox, in un primo momento furono squalificati per due gare dalla Direzione Gara.

La pena fu sospesa in vista dei Gran Premi di Giappone e Thailandia a causa di evidenti difficoltà logistiche, ma avrebbe dovuto entrare in vigore per le successive gare in Australia e Malesia.

Max Biaggi durissimo: l’ex pilota licenzia due meccanici

Biaggi
Max Biaggi (LaPresse)

Ma dopo aver promesso che non sarebbe passato sopra a un simile episodio, Biaggi ha deciso di licenziare in tronco con effetto immediato i due tecnici protagonisti di un episodio che ha suscitato la ferma condanna di tutto l’ambiente del motomondiale.

Ed è di poche ore fa il durissimo comunicato ufficiale con cui il team di Max Biaggi ha annunciato il siluramento dei meccanici in questione.

In seguito all’ingiustificabile episodio, che ha visto protagonisti due componenti dello Sterilgarda Husqvarna Max Racing durante le qualifiche del Gran Premio d’Aragona, comunichiamo di aver concluso anzitempo la collaborazione tra i soggetti interessati ed il nostro Team“.

La condanna nei confronti dei meccanici è netta e senza appello: “I due soggetti in questione, durante le qualifiche 2 del Gran Premio di Aragòn, hanno ostacolato l’uscita dai box del pilota Adriàn Fernàndez, in modo aggressivo e pericoloso“.

Spazio poi per le parole di un infuriato Biaggi: “Ho seguito e coordinato in prima persona la procedura di messa in mora dei due componenti del mio Team. Un simile gesto non può e non deve restare impunito. Il danno di immagine causatoci è incommensurabile”.

 

 

Impostazioni privacy