Ecobonus, maxi sconti per moto e scooter: occasione unica per i motociclisti

Ecobonus, maxi sconti per moto e scooter: occasione unica per i motociclisti. Da pochi giorni si può fare domanda per ottenere le agevolazioni

Il percorso che dovrebbe, anzi dovrà, trasformare la nostra economia in senso eco-sostenibile procede, anche se tra molte difficoltà e qualche inciampo. L’ultima novità di rilievo che riguarda gli appassionati delle due ruote è entrata in vigore in questi ultimi giorni.

scooter elettrico
Scooter elettrico (Ansa)

Dal 19 ottobre sono infatti ripartite le domande per ottenere l’Ecobonus per l’acquisto di moto e scooter elettrici. Un’occasione davvero imperdibile per tutti gli appassionati delle due ruote. La procedura per accedere agli incentivi non è particolarmente complessa.

In primis va specificato quali sono i veicoli che si possono comprare con gli incentivi. Va dunque chiarito che i nuovi sconti previsti riguardano esclusivamente moto, motorini e scooter, cioè i veicoli di categoria Le, elettrici.

Il bonus può essere richiesto solo dal concessionario che è l’unico soggetto autorizzato a gestire tutta la procedura di prenotazione ed erogazione dell’Ecobonus tramite il portale dedicato.

Per quanto riguarda i veicoli di categoria Le, si fa riferimento a tutti i motocicli e i ciclomotori a 2, 3 o 4 ruote appartenenti ad una delle categorie da L1e a L7e.

Ecobonus, previsti sconti fino a 4mila euro

Elettrico
Veicoli elettrici (Ansa)

Dunque, solo ed esclusivamente i veicoli di categoria Le ad alimentazione elettrica sono ammessi al contributo senza rottamazione. Nell’atto di acquisto del veicolo nuovo è necessario indicare il contributo Ecobonus.

Per i veicoli acquistati da persone fisiche con il Bonus c’è l’obbligo di mantenimento della proprietà del veicolo nuovo per almeno 12 mesi.

Viceversa per ciò che riguarda i veicoli solo elettrici acquistati da persone sia fisiche che giuridiche con il contributo non c’è nessun obbligo di mantenimento della proprietà.

Inoltre, particolare da non trascurare, va sottolineato come le moto, i motorini e gli scooter per accedere a questo sconto devono essere elettrici e nuovi di fabbrica. Il contributo è calcolato in percentuale del prezzo di acquisto e varia in base alla presenza di un veicolo da rottamare.

In particolare, con la rottamazione di un veicolo della stessa categoria è previsto uno sconto del 40% del prezzo d’acquisto fino ad un massimo di 4mila euro IVA esclusa.

Senza rottamazione invece lo sconto corrisponde al 30% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 3mila euro IVA esclusa.

 

Impostazioni privacy