Monza-Bologna, chiesto il rinvio dopo il dramma di Pablo Marì: la decisione

La Lega si è espressa sulla richiesta della dirigenza del Monza di rinviare il match contro il Bologna dopo la tragedia personale di Pablo Marì

Pablo Marì sta meglio. Collabora, è cosciente. Ha tranquillizzato tutti, familiari, tifosi, compagni di squadra. Ma prima di vederlo in campo passeranno non meno di tre mesi.

Monza Bologna Pablo Marì Sportitalia 291022
Pablo MarÏ con la moglie Veronica tranquillizza tutti dal letto del Niguarda (Foto ANSA)

Lo sconvolgente episodio avvenuto giovedì sera in al centro commerciale Milanofiori di Assago ha lasciato segni profondi sul difensore. Cicatrici non solo fisiche ma anche emotive che dovranno cicatrizzarsi anche sotto l’aspetto psicologico.

Pablo Marì, un dramma assurdo

La forza di Pablo Marì però è venuta prepotentemente fuori ieri quando con un messaggio ha voluto ringraziare chi gli è stato vicino, chi gli ha prestato le prime cure. Ma soprattutto ha chiesto al mondo del calcio di essere solidale e d’aiuto nei confronti della famiglia di Luis Fernandez Ruggieri, il cittadino italiano di origine boliviana che da oltre venti anni lavorava alle casse dei supermercati della catena e che è rimasto ucciso in un raptus di follia incomprensibile. Un dramma assurdo che ha provocato una vittima e cinque feriti.

Monza-Bologna si gioca regolarmente

Pablo Marì Sportitalia 291022
L’interno del centro commerciale teatro dell’incredibile aggressione di giovedì sera (Foto ANSA)

Adriano Galliani era stato molto fermo ieri nel chiedere alla Lega il rinvio della partita tra Monza e Bologna in programma nel posticipo di lunedì sera alle 20.45: “I ragazzi sono sconvolti, sono tutti sotto shock. Ho chiesto il rinvio perché mi sembra il minimo dopo quello che è accaduto. Sarebbe un segnale di buon senso e di rispetto. Sono stato nello spogliatoio e sono tutti profondamente turbati. Le prime notizie erano allarmanti e hanno preoccupato tutti…” ha dichiarato Galliani ai giornalisti a Monzello, il quartier generale biancorosso.

L’istanza del Monza però è stata respinta. Nonostante la richiesta ufficiale la Lega Serie A ha comunicato ufficialmente che la gara si terrà regolarmente come da calendario previsto. Una decisione che non è piaciuta al Monza ma nemmeno ai sostenitori della società brianzola. La squadra ha accolto la decisione senza commenti. Oggi saranno al campo per una doppia seduta di allenamento. In silenzio. E in attesa di buone notizie dal Niguarda.