Juventus-Lazio, il risultato: Kean decide, Milik la chiude. Bianconeri al terzo posto

147

Juventus e Lazio concludono il 2022 della Serie A con il match finale della 15.a giornata, l’ultima prima della pausa per il Mondiale del Qatar

Juventus e Lazio in campo all’Allianz Stadium nel posticipo della 15.a giornata con l’obbligo di rispondere alle vittorie delle rivali nella zona alta della classifica.

Juventus Lazio
Juventus-Lazio (La Presse)

Primo tempo equilibrato. La Juventus tiene più il possesso palla ma le occasioni latitano. La Lazio abbozza qualche ripartenza con Felipe Anderson ancora vice Immobile, supportato da Pedro e da Romero, alla prima da titolare in Serie A dopo il gol della vittoria segnato al Monza nel turno infrasettimanale.

Il primo tiro in porta è dalla Juventus con Fagioli al 10′ che impegna Provedel dal limite dell’area. Bella la parata del portiere laziale sulla conclusione di prima intenzione del rivale. Segue una lunga fase di sostanziale equilibrio con la Lazio che non riesce a creare pericoli dalle parti di Szczęsny.

Serve un guizzo per sbloccare il match e arriva nel finale. Milinkovic Savic perde una palla sanguinosa sulla metà campo, intercettato da Rabiot che lancia Kean in profondità. L’attaccante bianconero scatta sul filo del fuorigioco e batte con un precisissimo pallonetto, Provedel in uscita. Gran bel gesto tecnico di Kean, ancora in gol dopo la rete decisiva nel turno infrasettimanale con il Verona al Bentegodi.

Juventus-Lazio, il secondo tempo

La Juventus dà seguito al buon finale di primo tempo con un grande inizio anche nella seconda frazione. Al 48′, Provedel sventa su Milik da distanza ravvicinata. Poco dopo è lo stesso attaccante polacco ad essere di nuovo protagonista con la palla tolta a Cataldi da cui scaturisce l’assist per Kostic. Immediata la conclusione del serbo che Provedel respinge sull’accorrente Kean, cui basta un tocco a porta vuota per regalare il 2-0 ai suoi.

Prima doppietta in stagione per l’attaccante che si gode la standing ovation dello Stadium al momento della sostituzione con Di Maria, acclamatissimo alla stregua di Chiesa subentrato al posto di Kostic, uscito per un possibile infortunio.

Sotto 2-0, la Lazio prova a impensierire la Juventus. Ci prova il neo entrato Luis Alberto che spreca, concludendo centralmente, un tiro nei pressi del dischetto del rigore. E’ una Juventus pienamente ritrovata quella che controlla il match senza concedere più nulla fino al 90′ quando Milik gira in rete l’assist di Chiesa.

Finisce con un rotondo 3-0 che vale il terzo posto in solitaria a 10 punti dal Napoli capolista e a 8 dal Milan, secondo. Una posizione insperata fino a un mese fa.