Ultim’ora Schumacher, il futuro sarà molto diverso: arriva l’annuncio

“Schumacher, un colpo di fortuna”: il futuro sarà molto diverso. Il 2023 comincia con novità importanti per tutta la famiglia

Il periodo tra Natale e Capodanno a casa Schumacher non è mai facile, perché la mente torna alle feste del 2013 e all’incidente di Méribel che ha cambiato tutto. Ma quest’anno è stato comunque diverso: ci sono prospettive nuove e idee diverse per il futuro che cambieranno la vita di tutta la famiglia.

Schumacher
Mick e Michael Schumacher (Sportitalia.it)

Mick Schumacher sta per cominciare la sua nuova avventura a Brackley, sede britannica della Mercedes che non avrà lo stesso fascino di Maranello, ma ha un’aurea vincente. Il primo passo per una nuova carriera, ancora in Fomrula 1.

E c’è chi è convinto che questa sia stata la mossa vincente. Come Norbert Haug, ex vicepresidente del Gruppo tedesco ai tempi della collaborazione con la McLaren, puiù volte avversario di Michael Schumacher in pista quando era in Ferrari.

Intervistato da Rnd, Haug è convinto che “si tratta di un vero e proprio colpo di fortuna per Mick e la Mercedes farebbe molto bene a ingaggiare un pilota tedesco nella sua squadra. Nulla è impossibile se Mick svolge i compiti che gli vengono assegnati con concentrazione e volontà di imparare, questo è esattamente ciò che presumo accadrà”. Imparare dai migliori non potrà che fargli bene e forse qualcuno si pentirà di averlo mollato troppo presto.

“Schumacher, un colpo di fortuna”: il futuro sarà molto diverso

L’addio di Mick Schumacher alla Haas ma soprattutto alla Ferrari Driver Academy chiude una storia durata 26 anni, anche se ci sono state lunghe pause in mezzo. Michael Schumacher e la sua famiglia sono sempre stati legati al mondo della Ferrari, ma adesso non più.

Aveva cominciato il campione tedesco nel 1996 e aveva dovuto aspettare 4 anni prima di mettere la firma sul Mondiale con la Rossa. Poi cinque titoli e una leggenda che era terminata nel 2006. E anche con il suo passaggio alla Mercedes, era comunque rimasto profondamente legato a Maranello.

Per questo nel 2019 Mick Schumacher era entrato a far parte della Ferrari Driver Academy, il primo passo vero verso il mondo della Formula 1. Correndo con la Prema Racing, si era aggiudicato due anni fa il Mondiale di Formula 2 prima di debuttare con la Haas nel mondo dei grandi. Oggi però la suggestione finisce per scrivere un nuovo capitolo della storia.

Mick Schumacher
Mick Schumacher, fine della storia con la Haas (Sportitalia.it)

Il giovane Schumi ha corso finora 43 Gran Premi e ha chiuso per ora con 12 punti conquistati nelle gare di Austria (6° posto) e Gran Bretagna (8° posto). Per i tifosi di Mick e per chi non ha dimenticato Michael una mazzata.

Ma Toto Wolff ancora prima che terminasse la stagione di Formula 1 aveva fatto capire che i margini per farlo tornare a casa c’erano, anche per rispetto della carriera di Michael Schumacher. Alla fine è stato così e sono tutti contenti.

Mick Schumacher è pronto per la sua nuova avventura in Mercedes, ecco quello che si aspetta

In una delle sue ultime dichiarazioni Mick Schumacher ha spiegato cosa si aspetta dal 2023 e perché questa firma è stata doppiamente importante. Un modo per ricordare il passato, perché anche papà Michael smaltito l’addio alla Ferrari nel 2006 era ripartito quattro anni dopo proprio dalla Scuderia anglo-tedesca.

Significa molto per me lavorare qui. Mio padre ci ha lavorato per tre anni e quella Mercedes era il prototipo di quella che vediamo ora. Quindi è un orgoglio per me essere qui adesso, sarò in grado di aiutare il team a progredire”.

Il tedesco non fa dichiarazioni di circostanza e dice chiaramente quello che pensa. “Mi sono sempre sentito vicino alla Mercedes, non solo per la storia della mia famiglia ma anche per il tempo che ho speso qui quando ero più giovane. Sarà ugualmente importante contribuire al lavoro e dare tutto me stesso”.

Mick Schumacher
Mick Schumacher nei box (Sportitalia.it)

Per la nuova W14, la monoposto che debutterà a fine febbraio con i test di Sakhir aspettando il via del Mondiale di Formula 1, conterà anche il suo lavoro di collaudatore. Una prospettiva che lo entusiasma, anche perché Mercedes arriva da una stagione complicata.