Prima di Red Bull e Mercedes, stavolta la Ferrari è avanti a tutti

Terzi nel rango del Campionato Costruttori, una sola vittoria di Sainz nel Gran Premio di Singapore e sei podi per Leclerc: tali sono i risultati che adornano l’annata 2023 della Ferrari nella Formula 1.

La manifattura di Maranello ha chiuso il suo impegno nel Campionato dei Costruttori del 2023 piazzandosi al terzo posto. Un risultato che potrebbe suscitare qualche rammarico, poiché sino all’ultimo Gran Premio ad Abu Dhabi, l’illustre scuderia sembrava destreggiarsi abilmente per attuare una risalita epica nei confronti della squadra Mercedes.

la ferrari riparte con il piede giusto
La Ferrari è animata di buone intenzioni (foto LaPresse) Sportitalia.it

Tuttavia la seconda monoposto SF 23 ha disatteso le speranze, incapace di contribuire al trionfo sperato. Si è così conclusa una stagione fatta di alti e bassi, sebbene più abbondanti siano stati i bassi rispetto agli apici, un torneo che ha ribadito il marcato divario con la Red Bull.

Il torneo è altresì servito a predisporre la Rossa ad affinare il suo impegno nell’aerodinamica in vista del 2024. Con un complessivo punteggio di 406, la Scuderia Ferrari ha concluso la sua partecipazione al Mondiale Costruttori separandosi di un distacco esiguo di soli tre punti dalla Mercedes.

Purtroppo i 406 punti totali sono meno della metà di quanto accumulato dal trionfante team Red Bull Racing Honda, autore di 860 punti. Riguardo alla graduatoria dei piloti, Charles Leclerc si è posizionato al quarto posto con 206 punti, una cifra identica a quella dell’immarcescibile Fernando Alonso.

Ma a volte un ‘diploma in fallimento’ non è altro che una laurea per reagire

Sconcertante è però il divario con il vorace Verstappen, il quale ha conquistato ben 269 punti in più rispetto al monegasco. Sebbene sulla carta i risultati più promettenti appartengano a Leclerc, Carlos Sainz ha concluso la stagione a soli 6 punti dal suo compagno di scuderia, posizionandosi settimo con 200 punti.

In complesso, l’annata della Ferrari si rivela deludente. Una costante corsa alla recupero, ormai lontana dalle glorie del 2007. Sembra passato un’eternità da quel 14 febbraio 2023, quando a Fiorano fu presentata la SF-23. Il primo podio è giunto solo il 30 aprile a Baku, con il terzo posto del monegasco.

la ferrari è convinta di ripartire alla grande
In casa Ferrari hanno fatto tesoro degli errori passati (foto LaPresse) Sportitalia.it

Ora però è cominciato un nuovo count down, per usare un’espressione cara agli Europe, in vista del Campionato Mondiale di Formula 1 del 2024. Come consuetudine annuale, i dieci team del Circus, che hanno dedicato mesi allo sviluppo delle imminenti monoposto, stanno attualmente orchestrando le loro presentazioni pubbliche.

Attraverso sontuose e sfarzose cene di gala, le nuove vetture del 2024 si appresteranno a svelare le loro configurazioni provvisorie, le distinte livree e i colori scelti dai loro club di appartenenza per la prossima annata. In tal senso la Ferrari è partita con il piede giusto, avendo annunciato la propria data prima di tutti.

La Ferrari si è distinta proclamando la data della presentazione della nuova monoposto del Cavallino, la quale, quest’anno, si discosterà dalla tradizione di essere svelata nel giorno di San Valentino. Il tutto, eccezionalmente per il 2024 che è anno particolare in quanto bisestile, avverrà martedì 13 febbraio.