Esonero Pioli, c’è già la data: il sostituto è stato già scelto

La stagione del Milan, comunque vada a finire, con ogni probabilità dovrebbe essere l’ultima con Stefano Pioli in panchina. È già caccia al sostituto

Dopo quasi cinque anni l’avventura di Stefano Pioli sulla panchina del Milan sarebbe giunta ad un passo dalla conclusione. Secondo alcune indiscrezioni diffuse nei giorni scorsi il proprietario del club rossonero, il business man americano Gerry Cardinale, avrebbe già deciso di cambiare guida tecnica.

Pioli via a giugno
Stefano Pioli non sarà più l’allenatore del Milan (LaPresse) – Sportitalia.it

Non trova riscontro la possibilità di un esonero in corso d’opera dell’allenatore emiliano: al netto di eventuali catastrofi da qui alle prossime settimane, Pioli resterà al suo posto fino al termine della stagione in corso. Nonostante l’scita dalla Champions e un distacco quasi incolmabile in campionato nei confronti dell’Inter, al Milan restano ancora da centrare obiettivi importanti.

La qualificazione alla prossima Champions League, imprescindibile soprattutto sotto l’aspetto economico e un’Europa League da onorare al meglio, sono i traguardi che il Milan deve porsi da qui a maggio prossimo. Detto questo in vista della prossima stagione il club rossonero è già alla ricerca di un nuovo tecnico in grado di rilanciare al meglio il progetto tecnico avviato dalla dirigenza l’estate scorsa.

La rosa rossonera, al netto di qualche lacuna che può essere ampiamente colmata nelle prossime sessioni di mercato, rimane di prim’ordine e per far rendere al meglio i tanti volti nuovi arrivati l’estate scorsa il management del Diavolo è intenzionato a puntare su un nuovo allenatore.

Milan, Pioli è al capolinea: per la panchina rossonera è corsa a tre. Tifosi con il fiato sospeso

A quanto pare l’ad Furlani e il ds Moncada avrebbero individuato tre possibili candidati a prendere il posto di Pioli in vista della prossima stagione: il preferito è senza dubbio Thiago Motta, l’artefice del miracolo Bologna. L’ex centrocampista italo-brasiliano piace a tanti club di primo piano ma il Milan è convinto di avere gli argomenti giusti per strapparlo alla concorrenza.

Thiago Motta verso il Milan
Il tecnico del Bologna Thiago Motta piace molto al Milan (LaPresse) – Sportitalia.it

Altri due nomi segnati sul taccuino dei dirigenti milanisti sono quelli di Roberto De Zerbi, che a giugno potrebbe anche lasciare la panchina del Brighton e di Francesco Farioli, giovane e ambizioso allenatore del Nizza che da qualche tempo è finito sul taccuino di società come Napoli, Siviglia e Borussia Dortmund.

Si prospetta dunque una corsa a tre con Thiago Motta nei panni del favorito numero uno: sarà dunque l’ex protagonista dell’Inter del Triplete il prossimo allenatore del Milan? Ai posteri l’ardua sentenza.