Lacrime in diretta per Riva: l’ex Juve non si trattiene

Lacrime in diretta da parte dell’ex Juve una volta appresa della morte di Gigi Riva: tantissima commozione dopo la triste notizia

Tristissima notizia nella serata di lunedì, quando è venuto a mancare Gigi Riva, una delle leggende più grandi del calcio italiano e del Cagliari. Le sue condizioni apparivano serie sin dalla mattina, quando ha avuto un malore. Ma nulla lasciava presagire al peggio nel giro di poche ore. E invece, a pochi minuti da Napoli-Inter, è arrivata una tremenda news per tutti gli appassionati di calcio e per il mondo dello sport in generale.

Addio Riva, l'ex Juve non trattiene le lacrime in diretta
L’ex Juve in lacrime dopo la notizia della morte di Gigi Riva – (ANSA) – sportitalia.it

Il calcio piange Gigi Riva, uno dei campioni più grandi di tutti i tempi, una bandiera vera che ha dedicato la sua intera carriera al club sardo dove ha vinto lo storico scudetto del 1970. Nel suo palmares c’è anche l’Europeo con l’Italia del 1968. Aveva 79 anni, compiuti lo scorso novembre. Se ne va un altro pezzo di storia per l’Italia lasciando un vuoto in tanti suoi ex compagni, avversari dell’epoca o semplici appassionati. Come l’ex Juve che, raggiunto in diretta dalla notizia, non è riuscito a trattenere le lacrime.

Morte Riva, arrivano le lacrime in diretta dell’ex Juve che non si trattiene

Dino Zoff è stato suo compagno in Nazionale, rivale di mille battaglie in serie A ma anche un amico vero e sincero. I due avevano fatto anche il militare insieme ed erano sempre in contatto. Lo ha rivelato lo stesso ex portiere, intercettato telefonicamente dal portale ‘notizie.com’, subito dopo la tremenda notizia.

Lacrime in diretta per Riva, l'ex Juve non si trattiene
Dino Zoff non ha trattenuto le lacrime per la morte di Gigi Riva – (Lapresse) – sportitalia.it

Zoff non è riuscito a trattenere le lacrime: “Ancora non riesco a credere che non ci sia più, scusatemi”. Sono le sue prime parole interrotte dal pianto. Forte la commozione nell’ex numero uno della Nazionale che impiega qualche minuto per riprendersi. Poi riesce a dire qualcosa in ricordo dell’amico: “Non ci sono parole per descrivere quello che sto provando, parliamo di un uomo eccezionale, una persona straordinaria che adesso non c’è più”.

L’ex portiere è molto commosso e a quanto pare non riesce a realizzare che il suo amico non ci sia più: “Oltre a quanto fatto in Nazionale, eravamo sempre insieme. Il militare, il Car a Siena e tante altre cose. In campo era devastante, c’erano anche altri ma il ricordo che ho di lui va oltre tutti”. Poi la confessione che suona quasi come una sentenza: “Per me è stato l’attaccante italiano più forte di tutti i tempi, non ce ne sono più come lui”.