Coppa d’Africa, terzo posto per il Sudafrica

Medaglia di bronzo assegnata. Il Sudafrica si aggiudica il terzo posto della 34esima edizione della Coppa d’Africa imponendosi sulla Repubblica Democratica del Congo grazie ai tiri dagli undici metri. I tempi regolamentari terminano sullo 0-0, il regolamento non prevede supplementari, per cui si si va direttamente ai rigori che vedono trionfare i Bafana Bfana con il punteggio finale di 6-5.

Il Sudafrica in semifinale è l’emblema di questa competizione, sorprendente e ammaliante. Passata come  seconda nel girone formato da Tunisia, Namibia e Mali la squadra di Hugo Broos ha ottenuto il podio grazie alla tenacia e determinazione che visto protagonista la squadra in campo.

D’altra parte per il Congo a prescindere dall’esito di questa sfida quest’edizione della Coppa d’Africa rimarrà nella storia come quella dell’imbattibilità. Tre pari nella fase a gironi, e poi la festa dopo i tiri dal dischetto rivelatesi letali per l’Egitto, fino ad arrivare alla vittoria in rimonta sulla Guinea per 3-1 ai quarti di finale. Insomma, a mani basse la rivelazione di questa 34esima edizione della Coppa d’Africa.

Ad Abidjan la gara è equilibratissima. Al 7’ Silas spreca un’occasione clamorosa: solo davanti a Williams perde palla bloccato in due tempi dall’estremo difensore avversario, il direttore di gara segnala poi la posizione irregolare per offside. In secondo guizzo della sfida si fa attendere parecchio. Al 65’ il portiere sudafricano sbaglia un rinvio servendo involontariamente l’avversario, ma Elia e Silas non si coordinano in tempo. Dopo 5’ di recupero non c’è più tempo. Via alla lotteria dei rigori.

All’iniziale errore dal dischetto di Mokoena, che ha colpito il palo, ha rimediato l’estremo difensore sudafricano Williams, neutralizzando prima il match point di Mbemba, poi il tiro dagli undici metri di Elia. Ai congolesi resta, comunque, la soddisfazione di aver disputato un torneo ben al di sopra delle aspettative.