Hamilton gelato in diretta: la chiusura è netta

Un rivale di Lewis Hamilton ha rilasciato delle dichiarazioni molto nette sul futuro pilota della Ferrari.

C’è un campionato 2024 da affrontare e che sicuramente porterà con sé diversi temi di interesse, però l’annuncio dell’accordo Hamilton-Ferrari per il 2025 ha catalizzato le attenzioni di tanti appassionati della F1. C’è curiosità di vedere il sette volte campione del mondo in rosso.

Hamilton e Alonso amici mai
Lewis Hamilton, un rivale ricorda il passato (Ansa Foto) – Sportitalia.it

La scuderia di Maranello non vince il titolo piloti dal 2007, quando fu Kimi Raikkonen a trionfare al primo anno. Il finlandese, che si ritrovò a sostituire una leggenda come Michael Schumacher, fece centro al primo tentativo. Ebbe la meglio sulla coppia McLaren composta proprio da Lewis Hamilton e da Fernando Alonso.

Nel team di Woking ci fu una rivalità molto accesa e questo in qualche modo favorì Raikkonen, comunque campione con merito di quel Mondiale di Formula 1. La situazione in McLaren arrivò ad essere così tesa da portare Nando ad andarsene nonostante un contratto valido anche per la stagione successiva.

F1, Lewis Hamilton e le ultime parole di Fernando Alonso

Lo spagnolo nel documentario DAZN ‘Fernando. Revelado‘ a lui dedicato ha parlato della rivalità che ebbe con Hamilton in quel 2007 ad alta tensione e di come si è evoluto il rapporto tra loro: “Oggi abbiamo un altro tipo di rivalità, ma non penso che saremo mai amici. Non condividiamo tante cose. Nel 2007 la rivalità era a un livello superiore, eravamo nella stessa squadra e ci giocavamo sia le gare sia il Mondiale. Ci sono stati attriti e tensioni, molte situazioni hanno rotto l’armonia nel box. Entrambi eravamo giovani e immaturi, ci sono stati parecchi scontri“.

Hamilton e Alonso amici mai
Lewis Hamilton, un rivale ricorda il passato (Ansa Foto) – Sportitalia.it

Alonso ha confermato quanto sia stato difficile fare parte dello stesso team quell’anno. Probabilmente non si aspettava quel tipo di scenario, visto che lui era un due volte campione del mondo e l’inglese un debuttante. Sulla carta, era logico pensare che l’asturiano sarebbe stato il numero 1 e il compagno un rookie che al primo anno non avrebbe dovuto lottare per il titolo in F1. Invece…

Comunque, quello è il passato e si può dire che la carriera di Hamilton sia stata migliore. Fernando, nonostante un super talento, non è più riuscito a vincere un Mondiale. Ci è andato vicino due volte con la Ferrari, nel 2010 e nel 2012. Lewis proverà a compiere la missione che il collega ha “fallito” soprattutto per responsabilità della scuderia di Maranello, già ai tempi inferiore alla Red Bull e protagonista di qualche errore evitabile (Abu Dhabi 2010 uno dei più grandi errori di strategia nella storia della F1).