Red Bull in crisi: ammissione scioccante, cambia tutto

La Red Bull è in piena crisi e l’ultima ammissione ha davvero destabilizzato la situazione: bisognerà correre ai ripari il più presto possibile

Nonostante gli ottimi risultati in pista di Max Verstappen la casa di Milton Keynes sta vivendo ore frenetiche per quanto riguarda la sua gestione sportiva. A tenere banco è sempre la posizione del team principal Christian Horner.

Cambia tutto in casa Red Bull
Colpo di scena per il futuro della Red Bull (Sportitalia.it – ANSA)

Da fuori, almeno in Bahrain, la Red Bull è apparsa già invincibile. La RB20 disegnata dal genio di Adrian Newey è apparsa oltre che innovativa anche velocissima. Una consistenza soprattutto sul passo gara da fare invidia al resto del lotto. Nessuno si è avvicinato in termini di usura gomme a quanto fatto da Milton Keynes, che proprio sul poco degrado sta costruendo i suoi enormi successi. Verstappen è già completamente a suo agio con la nuova vettura e ha spaventato chi pensava di poterlo impensierire. Ferrari e Mercedes inseguono, con la Rossa che è apparsa sicuramente migliore rispetto allo scorso anno.

Eppure nonostante sia una corazzata anche la Red Bull ha un punto debole e riguarda non la monoposto ma il box. Si perché la posizione di Christian Horner continua a tenere banco e ancora non c’è stato un pronunciamento definitivo dopo l’inchiesta interna promossa dai vertici aziendali. Il comportamento “sconveniente” nei confronti di una dipendente (sembra con battute fin troppo esplicite) sta costando carissimo al team principal inglese, ormai considerato da tutti in uscite.

Red Bull, Horner sempre più nei guai: anche la Ford chiede spiegazioni

La situazione di Horner va chiarita il più presto possibile anche per non compromettere le strategie future della Red Bull. Si perché la Ford, che dal 2026 diventerà partner ufficiale per la realizzazione delle nuove power unit, vuole vederci chiaro e nella persona di Jim Farley (amministratore delegato) ha chiesto spiegazioni.

Christian Horner via dalla Red Bull
Horner sempre di più nei guai (Sportitalia – ANSA)

Come riportato da ‘AP News’, dagli Stati Uniti è arrivata una lettera in cui viene esplicitamente chiesta una risoluzione immediata della vicenda.

È imperativo che i nostri partner di gara condividano e dimostrino un impegno genuino nei valori che noi stessi promuoviamo. Continuiamo a insistere e a sperare in una risoluzione che possa essere sostenuta da tutti“. Insomma un avviso ai naviganti piuttosto chiaro su quello che dovrà avvenire.

“L’azienda è sempre più frustrata dalla mancanza di una risoluzione o di una chiara indicazione da parte vostra su una risoluzione equa e giusta della questione”. Questo potrebbe essere il finale di una storia che ha dei contorni davvero poco chiari, con Horner ormai al capolinea della propria esperienza a Milton Keynes.

Impostazioni privacy