Berrettini, nuova mazzata: non c’è pace per il tennista

Matteo Berrettini, finito agli onori della cronaca per la fine della sua relazione con Melissa Satta, potrebbe ricevere presto una nuova mazzata, nulla, però è perduto

Per semplificare il concetto possiamo dire, senza far male a nessuno, che Matteo Berrettini ha vissuto tempi migliori. Il tennista romano, che da qualche giorno ha annunciato la fine della sua storia d’amore con Melissa Satta dopo appena un anno di frequentazione, infatti, ancora non è tornato in campo, e pare che non lo farà neanche agli Indian Wells.

Nuova batosta per Berrettini
Non c’è pace per Berrettini: arriva una nuova brutta notizia (LaPresse) – sportitalia.it

Il torneo californiano, uno dei più importanti Masters 1000 del circuito, prenderà il via il 6 marzo senza che lui possa imbracciare la racchetta – lo farà, invece, Jannik Sinner, che da numero tre al mondo vuole scalare ancora di più il ranking Atp. Ecco, a proposito di questo, questo lunedì il 27enne ha potuto tirare un sospiro di sollievo perché, nonostante i punti siano rimasti gli stessi (512 per la precisione), la sua posizione in classifica è leggermente migliorata – dal 129esimo posto è salito di quattro gradini -, ma non lo potrà fare il prossimo inizio settimana, in cui si sicuramente perderà almeno 90 punti e molte posizioni nel ranking.

Quanti punti perde Berrettini se non torna in campo prima di Wimbledon

Non partecipando, infatti, al torneo di Acapulco, dove nel 2023 si è fermato ai quarti di finale, Berrettini perderà 27 posti nella classifica dei migliori tennisti del mondo, e le cose si metterebbero ancora peggio se non tornasse in campo fino a Wimbledon, nella sua dimensione.

Nuova batosta per Berrettini
Berrettini sta lavorando sodo per tornare a essere protagonista (LaPresse) – sportitalia.it

Dei 512 punti di cui abbiamo parlato prima, infatti, solo cento non dovranno essere difesi con le unghie e con i denti dal romano. Agli Indian Wells, che inizieranno il 18 marzo, ne perderà almeno 10, mentre al Challenger di Phoenix, che inizierà lo stesso giorno, altri 32.

Se dovesse tornare in tempo per il primo aprile, Berrettini potrebbe guadagnarne giocando a Miami, in cui nel 2023 aveva portato a casa solo i dieci punti del ranking protetto, e poi dovrebbe difendere i 90 conquistati a Montecarlo. Avendo marcato visita, lo scorso anno, sia a Madrid, sia agli Internazionali Bnl di Roma, sia al Roland Garros, il tennista potrebbe rifarsi qua, e non arrivare con il fiato sul collo nell’erba di Londra in cui ha sempre brillato, specialmente in quel 2021 in cui solo Novak Djokovic (mica uno qualsiasi) si è messo tra lui e un Grande Slam.

Impostazioni privacy