Roma, De Rossi: “Lavorerò per riportare la Roma nelle prime quattro”

Le dichiarazioni di Daniele De Rossi a DAZN, al termine dell’importante gara vinta dalla sua Roma contro il Genoa.

De Rossi era un po’ teso: il Genoa vi ha messo in difficoltà nel primo tempo e non avete trovato l’ampiezza? Era arrabbiato con El Shaarawy che non si stava scaldano?
Mi sono arrabbiato con me stesso, perché non ho detto a El Sha di scaldarsi. Sono contento perché siamo stati più densi dentro il campo perché abbiamo cambiato visto che nelle ultime partite avevamo subito troppe ripartenze. Abbiamo tirato tanto dal limite e creato qualche occasione nel primo tempo. Era una gara tosta, testa e il Genoa ha giocato alla grande, come se fosse la partita della vita per loro. Mi piace perché stiamo cambiando in Italia. Abbiamo vinto una bella partita, perché i ragazzi hanno dimostrato di avere un grande cuore”.

Lukaku ha finito la sua stagione perché squalificato nella prossima giornata. Ha segnato il gol decisivo oggi, siccome potrebbe essere l’ultima con la Roma, farà di tutto per trattenerlo?
Io farò di tutto per migliorare la squadra con la società. Lo farà anche l’Inter. Poi ci sono paletti e parametri. Non l’ho ancora fatto nel dettaglio, ma cercheremo di arrivare ad una squadra che può arrivare più in alto”.

La Roma è sesta, ma guardando la classifica e la stagione, è una squadra da prime quattro?
Come valore la Roma può arrivare nelle prime quattro. Poi levatemi due squadre di quelle che ci stanno davanti, ma non è facile. Abbiamo dietro Fiorentina, Lazio… Durante la sua storia la Roma ha tenuto quel posto per anni. Non credo ci siano tante squadra più forti di noi. Dipende sempre da come giochi e come vanno le stagioni”.

Oggi avete fatto fatica perché il Genoa ripartiva con gamba e qualità?
Noi pensavamo addirittura che potesse giocare Gudmundsson da mezzala. Pensavamo che qualche uomo dietro in più potesse darci una mano a stare corti. Siamo stati poco qualitativi nella conclusione, ma siamo arrivati bene lì. Comunque il Genoa è una squadra forte ha messo in difficoltà tutti, anche noi all’andata dove abbiamo preso 3/4 gol in gara senza storia”.

Hai nomi di giocatori da prendere per il prossimo anno per migliorare questa squadra?
Ho mille nomi. Questo lavoro è difficile: mi chiamano procuratori e giornalisti. Fino ad ora avevo altro da fare. Un po’ di scouting l’ho fatto col mio staff. Ho chiare le caratteristiche dei giocatori che ci servono. Poi in base agli incastri vedremo chi potremo prendere. Poi ci sarà un DS che, se io ne ho mille, lui ne avrà diecimila”.

De Rossi in che cosa può migliorare questa rosa della Roma?
Io dal primo giorno ho detto che questa è una rosa forte. Ma è una squadra che ha pochi giocatori che dribblano e pochi giocatori di gamba che vanno via sulla fascia. Ci sono margini per questa squadra per migliorare. Dobbiamo anche capire chi rimane o meno. Devo parlarne con il direttore sportivo e con la società”.

Nel finale ha tolto Dybala che era subentrato, come sta?
Dybala sta bene. Era un cambio tattico, mettendo Kristensen che ha centimetri in più”.

Impostazioni privacy