Serie A, Sticchi Damiani: “Dichiarazioni di Corsi gravi e segnalate alla Procura federale”

Non si placano le polemiche a proposito del finale di Empoli-Udinese. Dopo il botta e risposta tra il presidente azzurro Corsi e il patron dei friulani Pozzo, è intervenuto sulla vicenda anche Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce. Il presidente del club salentino, ormai da due giornate fuori dalla lotta salvezza ha parlato così della vicenda a Radio Sportiva: “Mi hanno sorpreso le dichiarazioni del presidente Corsi, con l’Empoli ci sono ottimi rapporti ma magari c’è un momento di stress che porta a poca lucidità. Le esternazioni del presidente dell’Empoli sono gravi, oltre al rammarico personale credo debbano portare a qualcosa. La procura federale in mattinata ha ricevuto una nostra segnalazione in merito“.

Il numero uno del Lecce ha poi proseguito parlando della gara tra Lecce e Udinese della passata settimana: “Quando Lecce-Udinese è stata programmata come posticipo, ho chiamato in Lega chiedendo contemporaneità. Perché questo dev’essere lo spirito – dice Sticchi Damiani – Non ho timore di essere smentito: io stesso avevo chiesto contemporaneità. Poi abbiamo festeggiato la salvezza senza scendere in campo. La squadra ha fatto il suo, ma 24 ore prima avevamo centrato l’obiettivo e alcuni calciatori non riescono a tenere alta la tensione. Altrimenti dovremmo stare a sindacare ogni risultato. Non voglio far polemiche, ma sono dichiarazioni (quelle di Corsi ndr) imprudenti“.

Impostazioni privacy