Roland Garros, nuovo colpo di scena Sinner: destino segnato

Nei giorni a margine del Roland Garros arriva un vero e proprio colpo di scena che riguarda Jannik Sinner: gli ultimi aggiornamenti 

Ha preso il “via” il Roland Garros. A differenza degli Internazionali di Roma, “orfana” di moltissimi atleti che hanno alzato ‘bandiera bianca’ per motivi fisici ed infortuni, sarà pieno zeppo di campioni pronti a dire la loro. In molti ci tengono a fare bella figura. In primis Rafael Nadal: non è affatto un mistero che questa sarà l’ultimo slam parigino a cui dovrebbe partecipare lo spagnolo. Chi vuole rimettersi subito in corsa è senza dubbio Jannik Sinner.

Bertolucci fa il punto della situazione su Sinner
Nuovo colpo di scena Jannik Sinner . Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Il nativo di San Candido, dopo l’assenza nel torneo della Capitale, ha superato i problemi all’anca che lo stavano tormentando da Madrid. Peccato, però, che lo stesso altoatesino abbia confermato di non essere affatto al 100% della condizione fisica (d’altronde non potrebbe essere altrimenti dopo essere rimasto fermo per diverse settimane). In merito a questa sua partecipazione l’ex tennista italiano, Paolo Bertolucci, ha voluto fare il punto della situazione sul fatto se sia favorito o meno.

Paolo Bertolucci si esprime sulla prossima edizione del Roland Garros

Nel corso di un editoriale redatto alla “Gazzetta dello Sport” lo stesso Bertolucci ha voluto esprimere tutti i suoi pensieri a riguardo dell’altoatesino. Un Roland Garros che nasconde insidie ma guai a trovare un vero e proprio favorito visto che, la maggior parte degli atleti, si trovano sulla “stessa barca”. Il favorito storico è sempre stato Rafa Nadal. Adesso, però, la situazione potrebbe seriamente cambiare visto la stato fisico dello spagnolo.

Bertolucci fa il punto della situazione su Sinner
L’analisi di Paolo Bertolucci su Jannik Sinner – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Alla fine i favoriti principali rimangono sempre i “soliti”: Carlos Alcaraz, Novak Djokovic e proprio Jannik Sinner. Quest’ultimo, però, non è al meglio. Per Bertolucci non ci sono dubbi: diventa, sempre più difficile, definire la prima fila del prossimo Slam: “Mai come in questa vigilia si era visto un così ampio ventaglio di favoriti al Roland Garros. Negli ultimi quindici anni c’è sempre stato un uomo solo al comando che ogni volta vinceva a mani basse il titolo. Arrivati a questo punto, con lo spagnolo impegnato in un lungo e meritato giro d’onore, si pensava che Novak Djokovic prendesse il suo posto, magari affiancato da Carlos Alcaraz. Con noi italiani a coltivare la speranza che Jannik Sinner potesse inserirsi in questo ristretto lotto di candidati al successo finale”.

Così come può sbucare fuori il nome di Alexander Zverev come possibile favorito per la vittoria finale. Il tedesco potrà fare il “bis” ed essere il trionfatore di Parigi.

La speranza, però, che alla fine ad alzare il trofeo possa essere il classe 2001 italiano. Anche se, mai come adesso, sarà una impresa davvero difficile per lui per tantissimi motivi. Queste sono alcune delle sue parole: “È difficile poter verificare lo stato attuale della sua condizione, per di più su una superficie complicata come la terra e con la formula dei tre set su cinque da gestire. In questi casi la cosa più importante è la salute. Se è guarito potrà spingere al massimo delle sue possibilità“.

Impostazioni privacy