Dalle promesse alla fase operativa: Inter, ora si fa sul serio

Dopo il momento degli annunci e delle promesse di mantenere intatta la competitività della squadra, per la nuova proprietà dell’Inter è tempo di passare alla fase operativa. Le parole di Simone Inzaghi hanno lasciato intendere come la programmazione sarà ovviamente alla base dell’impostazione dei programmi futuri per i nerazzurri e nelle prossime ore sono previsti i primi contatti con i punti cardine della stagione della seconda stella. Il primo tassello sarà rappresentato proprio dal tecnico appena laureatosi Campione d’Italia, che una volta convinto della solidità del progetto dovrebbe procedere al rinnovo di contratto.
Anche dalle sue indicazioni dipenderà lo sviluppo dell’estate di lavoro per la dirigenza milanese, con un management già confermato in blocco da Oaktree e con tutto ciò che ne va a conseguire compresa la prosecuzione di una strada gestionale già tracciata. Se sul fronte Barella il meccanismo legato alla permanenza con tanto di rinnovo è già stato innescato da diverso tempo, per Lautaro Martinez la distanza economica tra domanda ed offerta è ancora troppo ampia per poter essere colmata. La prospettiva è quella di un nuovo faccia a faccia con l’agente del Toro per restringere la forbice, anche se appare chiaro come senza un abbassamento sostanziale delle pretese economiche peraltro lecite dell’argentino, difficilmente si possa giungere ad una fumata bianca in tempi brevi. Concretezza, dunque, dopo parole e i comunicati. Per un futuro ancora competitivo, l’Inter deve iniziare a correre fin da subito.

Impostazioni privacy