Il dramma di Tacconi: l’annuncio che spaventa i fan

Il dramma di Stefano Tacconi, l’annuncio che i suoi fan non si aspettavano affatto: il calvario non è ancora del tutto finito 

Il peggio per Stefano Tacconi è alle spalle, eppure arriva un annuncio che impensierisce i fan. Questi ultimi anni sono stati un vero e proprio incubo per l’ex portiere della Juventus e della nazionale italiana. Dopo aver vissuto in ospedale e in sedia a rotelle adesso il nativo di Perugia è ritornato nuovamente a camminare con le sue gambe. Un importante passo in avanti per il ritorno alla sua vita di tutti i giorni. Dopo aver vissuto anche un coma il 67enne sta vivendo un nuovo capitolo importante della sua vita.

Tacconi deve essere operato nuovamente
Il dramma di Stefano Tacconi – Sportitalia.it

Nel corso di una intervista che ha rilasciato al settimanale “Di Più” ha spiegato che il suo obiettivo è quello di festeggiare. Non una volta, nemmeno due: bensì tre volte. Una decisione presa insieme alla sua famiglia: prima i festeggiamenti per le dimissioni in ospedale, poi il 67mo compleanno ed infine il 13mo anniversario di matrimonio con la sua Laura.

Tre feste, quindi, per poter celebrare i giorni più importanti della sua vita. Nonostante tutto ciò, però, lo stesso Tacconi rivela che il suo calvario non è ancora finito.

Tacconi, calvario non ancora finito: “Devo operarmi di nuovo”

Purtroppo, però, le operazioni a cui dovrà sottoporsi Tacconi non sono ancora finite. Lo ammette lo stesso ex calciatore che, però, potrà contare sul prezioso aiuto della famiglia. Di sua moglie Laura e dei suoi quattro figli che non lo hanno mai lasciato da solo, neanche per un istante da quel terribile giorno per via di una emorragia cerebrale. Solo il pronto intervento di suo figlio Andrea ha evitato il peggio.

Tacconi deve essere operato nuovamente
Stefano Tacconi dovrà sottoporsi ad una nuova operazione – Sportitalia.it (Ansa Foto)

Nonostante stia meglio, però, afferma che dovrà operarsi di nuovo. Queste le sue parole: “Nelle ultime visite effettuate sono stati evidenziati dei coaguli di sangue. Dei “trombi” nelle gambe e nella vena aorta. I medici dovranno aprirmi e darmi una sistemata. Poi mi hanno promesso che sarò come nuovo“.

Un recupero che, allo stesso tempo, ha lasciato stupiti anche gli stessi medici che parlano di cura “miracolosa”. Infatti Tacconi rivela di non aver problemi nemmeno nel parlare (senza incartamenti né altro). Oltre alla sua famiglia c’è un altro personaggio del calcio che gli è sempre stato accanto: un suo ex collega, Walter Zenga, sempre vicino nei momenti di difficoltà. Non può dire lo stesso di Lapo Elkann che, da un giorno all’altro, è sparito: “Eravamo amici poi non si è fatto più sentire. Una cosa che mi ha fatto male“.

Impostazioni privacy