Marquez da non credere: ha rinunciato

Tutto ciò che c’è da sapere su quello che sarà il nuovo Marc Marquez in Ducati: ha rinunciato a qualcosa 

Tutto è andato alla perfezione per Marc Marquez. L’immarcescibile otto volte campione del mondo, consapevole del suo potere e della sua influenza sulla griglia, aveva preparato un piano che ha eseguito perfettamente e che ha fatto saltare il banco. Dopo alcuni anni bui alla Honda, marchio con cui aveva vinto tutto, il numero 93 ha fatto un passo indietro (per prendere lo slancio), firmando per una struttura satellite che gli ha permesso di dimostrare ancora una volta perché è fra i numeri uno.

marquez a sorpresa rinuncia e lascia tutto sul piatto
Marquez privilegia l’aspetto sportivo a quello economico (foto LaPresse) Sportitalia.it

L’idea di Marc Marquez, che come un sapiente pugile ha messo alle corde la Ducati, era quella di trascorrere un solo anno di transizione nel team di Faenza, per poi fare il salto ad uno ufficiale, in questo caso del marchio bolognese. Gli italiani, temendo di perdere Marc, che aveva detto che non avrebbe accettato di firmare per Pramac (l’idea principale era che occupasse il posto d Jorge Martin e che si sarebbe vestito di rosso dal 2025), hanno deciso di annullare la loro iniziale scelta.

Così, a partire dal prossimo anno, Marquez avrà la migliore moto in griglia, e avrà tutte le armi a sua disposizione per raggiungere il suo vero obiettivo, ossia vincere il campionato del mondo per poter dapprima eguagliare e poi superare Valentino Rossi, ex rivale di cui è rimasto ossessionato, nel numero totale di vittorie.

Per fare questo avrà con sé Gigi Dall’Igna, conditio sine qua non posta dal numero 93 per apporre la firma per i due anni che lo legano al marchio bolognese, il miglior ingegnere dell’intera griglia e il grande artefice dell’ascesa della Ducati, con quella Desmosedici che è diventata la migliore motocicletta che il panorama collettivo possa offrire.

Marc Marquez privilegia l’aspetto sportivo rispetto a quello economico

In questo modo Marc cambierà squadra due volte in due anni. Diversamente da ciò che potrebbe sembrare, lo spagnolo, che in Honda era il pilota più pagato in griglia, ed ha rinunciato ad una grossa somma di denaro per privilegiare l’aspetto sportivo. Ma Ducati non ha ufficializzato lo stipendio che riceverà l’otto volte iridato, anche se sarà lontano da quello guadagnato nel marchio dell’ala d’oro.

Il piano di Marquez con la Ducati
Marquez si è dimostrato disposto a tutto pur di ottenere quel che vuole (foto Ansa) Sportitalia.it

Secondo quanto riportato da ‘Forbes’ dell’epoca, Marc Marquez aveva uno stipendio di 18 milioni di euro. In realtà aveva già rinunciato ad una grossa somma di denaro per unirsi alla Gresini. Al momento non è stato rivelato l’ingaggio di Marc Marquez nel team ufficiale Ducati, ma non sarà un problema per l’ispanico che ha il difficile compito di continuare a vincere i Mondiali.

“Fin dal primo contatto con la Desmosedici GP ho capito che il mio obiettivo era passare nella squadra campione del mondo”, ha detto l’ex Honda con le sue prime parole da nuovo pilota del marchio bolognese. “Sono felice di poter fare questo grande passo nel 2025 e grato per la fiducia che Ducati ha riposto in me”, ha asserito prima di ringraziare Gresini per il suo lavoro.

“Infine, voglio ringraziare 0ttta la famiglia Gresini Racing per avermi aperto le porte della loro squadra in un momento delicato della mia carriera”. Con queste parole al miele per ciò che di fatto è già ormai il suo ex team, il pilota iberico ha coronato il suo piano machiavellico.

Impostazioni privacy